il network

Martedì 12 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A FEMMINILE

La Pomi torna a sorridere, 3-0 al Filottrano

La miglior Pomì incassa il primo successo da tre punti al PalaRadi superando le ospiti in tre set (25-14; 25-15; 25-20)

Pomi Casalmaggiore - Filottrano ore 20.30

Imma Sirressi della Pomì in ricezione

CREMONA - Tre punti tutti d'un fiato come non accadeva dalla terza giornata a Bergamo, come non era mai accaduto, quest'anno al PalaRadi. Ma al di là dei tre punti una vittoria bella, convincente, voluta e meritata da una Pomì che ha interpretato benissimo il match e si è divertita nell'esprimere il proprio gioco, il proprio potenziale. Certo di fronte c'era Filottrano, una squadra che per ampi tratti si è dimostrata squadra inadatta alla categoria, ma di questi tempi conta guardare in casa propria, e stavolta è stato davvero un bel vedere. Se sia stato solo un abbaglio o la fiamma in grado di riaccendere la Pomì lo dirà, in parte, il match che sabato opporrà la Pomì all'Igor Novara (ore 20.30, diretta Rai) al PalaTerdoppio.

Subito una sorpresa nello schieramento di Casalmaggiore con Anastasia Guerra in borghese e nemmeno a referto (inserita Cyr) per un piccolo fastidio al ginocchio destro. A rilevare la veneta sarà Ana Starcevic mentre resta invariato il resto del sestetto schierato a Firenze. Beltrami dal canto proprio toglie Mitchem dal sestetto tipo inserendo l'esperta Negrini per dare maggiore consistenza alla seconda linea.

1set - l'avvio è tutto di marca Pomì con Stevanovic che mette nel mirino Feliziani dal servizio e Filottrano che fatica a costruire consentendo a Casalmaggiore di incassare in fase break sino al 4-0 del time out ospite. La Lardini è di fatto inoffensiva in cambio palla con Tomsia che tarda a scaldare il braccio mentre la Pomì gioca ordinata e precisa ampliando il margine sino al 9-2 che esaurisce le sospensioni di coach Beltrami. La ricezione consente a Rondon di organizzare l'attacco a piacimento e di osare in ricostruzione mettendo in ritmo tutti i terminali e mantenendo ampio il margine di vantaggio per il 14-6. L'ex di turno Agrifoglio bagna il proprio ritorno al PalaRadi sul 16-7 ma aldilà di un paio di passaggi a vuoto fisiologici della Pomì, il set si avvia verso un finale ampiamente scritto. Due aces di Guiggi rendono ancor più entusiasmante il parziale migliore di questa Pomì che chiude i conti con un fendente straordinario di Pavan sul 25-14.

2 set - Bosio prova a velocizzare il gioco per evitare il muro di Casalmaggiore ma è il servizio di Stevanovic ad imprimere da subito un'accelerazione consistente nel punteggio. La serba mette in croce Filottrano procurando il cambio Melli-Scuka sino al 7-1. Qualche imprecisione di Casalmaggiore impedisce al margine di farsi ulteriormente favorevole ma non c'è mai il rischio che Filottrano cambi l'inerzia e Beltrami prova a parlarci sopra sul 13-6. Al rientro però le cose si mettono pure peggio per le ospiti che perdono efficacia in ogni fondamentale mentre la Pomì, libera da ogni pressione, si diverte ad inventare con Rondon che ci mette due tocchi di seconda per far decollare il tabellone sul 17-7. Passato un momento di appannamento con un paio di muri subiti la Pomì torna a macinare gioco estraendo, dopo la sciabola, anche il fioretto per il 23-12. Lucchi chiama il primo time out del proprio match sul 23-15 dopo due errori (Pavan e Starcevic) ma al rientro Pavan chiama il set point e Guiggi certifica il 2-0 con l'ennesimo ace che vale il 25-15.

3 set - la tavola è imbandita per un 3-0 agile ed invece al rientro Filottrano catechizza Martinez in ricezione e la Pomì si ingarbuglia in P2 andando da Lucchi sotto 4-1. Rondon riprende il pallino del gioco e con l'aiuto di Martinez e Pavan riporta la Pomì al proprio posto con un parziale di 6-1 che induce Beltrami a mettere le mani a T sul 7-5. La P4 di Casalmaggiore è oro colato per Filottrano che con Starcevic in prima linea e Pavan in seconda riesce a costruire il nuovo break che la porta avanti (9-10) frenando le velleità di fuga delle padrone di casa. Ora la Pomì fatica in attacco sporcando la prestazione ma trovando altrove le risorse per restare a contatto e tentare nuovamente di scappare sul 16-14 del time out Beltrami. La resistenza rosa paga i dividendi perchè passato il momento di magra Casalmaggiore torna a spingere sull'acceleratore con il servizio di Zago e le ricostruzioni di Starcevic che trascinano la Pomì al 20-15. Filottrano si spinge sino al 21-19 ma deve alzare bandiera bianca sul servizio di Stevanovic che trascina la Pomì sino al 24-19 prima dell'errore al servizio che chiude i conti sul 25-20.

23 Novembre 2017