il network

Martedì 12 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

Pomì ko 3-2 con il Bisonte: quarta sconfitta di fila

Le ragazze di Lucchi perdono 3-2 (19-25; 25-27; 25-17; 25-22; 15-11)

IL BISONTE FIRENZE - POMI' CASALMAGGIORE Ore 17

Una sconfitta (3-2: 19-25; 25-27; 25-17; 25-22; 15-11), la quarta consecutiva, che frutta un punto alla prima Pomì di coach Lucchi ma che non fa altro che annerire le ombre che aleggiano sulla formazione di Casalmaggiore. Due set di carattere più che di qualità non bastano per spingere Sirressi e compagne alla vittoria e la rimonta subita dalle toscane mette ancora una volta sul banco degli imputati una squadra che sembra smarrirsi troppo spesso, a patto che si sia mai trovata del tutto.

Lucchi getta nella mischia Martinez di fatto appena scesa dall'aereo che l'ha riportata in Italia affiancandole Guerra e rilanciando Rondon al palleggio con Lo Bianco in panchina a danno di Cyr, in tribuna; Bracci conferma Tirozzi e Santana in banda e cambia la coppia centrale con Tapp e Milos titolari e Alberti dalla panchina.

1 set - l'ex di turno fa subito male alla Pomì dato che sono due aces di Tirozzi a mettere in croce la ricezione di Casalmaggiore per il 6-2 che obbliga Lucchi al primo time out. L'inizio di partita conferma che il match mette di fronte due formazioni convalescenti con la Pomì che sbaglia in ricezione e mette a terra il primo punto in attacco sul 9-7 (Pavan) mentre Firenze soffre Santana (due muri subiti) e va da Bracci sul 9-7. Sembra una gara a perdere tanti sono gli errori che contraddistinguono il primo set e sulla parallela out di Sorokaite la Pomì mette la testa avanti sull'11-12. Martinez scalda il braccio, Firenze ci mette del proprio con gli errori e la Pomì prova a prendere il largo sul 15-18 del secondo time out locale. Il turno al servizio di Rondon pizzica Tirozzi e spinge Casalmaggiore sino al 15-20 e affossa Firenze, incapace di reagire alla solidità del muro casalese. Tirozzi prova a tenere in vita le toscane ma la Pomì non trema e l'incomprensione tra Bechis e Milos vale il 19-25.

2 set - due muri consecutivi su Guerra lanciano Firenze per il 4-0 che apre il secondo parziale ma Pavan si conferma terminale affidabile e con l'ace di Rondon la Pomì torna definitivamente in gioco sul 9-8. L'assolo di Santana (4 punti consecutivi) respinge l'assalto di Casalmaggiore e costringe Lucchi al time out sul 12-8 ma la Pomì non cede e sembra sempre avere a portata di break point il nuovo aggancio. Tra un errore di Firenze ed un fendente di Pavan le ospiti restano a contatto prima che ancora Santana provi a scavare il solco per il 19-15 del secondo time out Lucchi. Gli errori di Bechis e Sorokaite consentono alla Pomì di far fruttare i propri sforzi per il nuovo aggancio sul 20-20 trasformando il finale di set in autentica bagarre. La Pomì costruisce a muro il sorpasso sul set point del 23-24 e dopo le risposte di Sorokaite e Tirozzi trova l'errore di Firenze per portarsi sul 2-0 sul 25-27.

3 set - stavolta è Casalmaggiore a provare la partenza lanciata nel tentativo di far fruttare il doppio vantaggio senza prolungare oltre la contesa. Per la legge del contrappasso però è Firenze ad approntare la rimonta riuscita alla Pomì nei primi due parziali passando a condurre già sul 12-11 e mettendo il punto esclamativo con l'ace di Tirozzi del 13-11. Lucchi prova con il check, con l'ingresso di Starcevic e con i time out a frenare il turno al servizio dell'ex capitano ma Tirozzi non trema e prosegue nel parziale sanguinoso che spinge lontana la Pomì sul 16-11. Lo Bianco rileva Rondon e Zago rileva Pavan ma la Pomì torna la squadra timorosa ed impacciata delle ultime tre giornate sino al 18-11 di Santana. Proprio la portoricana prende il testimone da Tirozzi e conduce in porto il set sino al 25-17 finale.

4 set - Lucchi accorda fiducia a Starcevic per Guerra e Casalmaggiore tenta nuovamente di prendere in mano le redini del set da subito per il 3-5. E' un fuoco di paglia perchè Firenze, come nel set precedente, prende presto le misure delle uscite di Rondon e con Pavan che va a corrente alternata le basse percentuali di Martinez e Starcevic favoriscono il sorpasso toscano per il 9-8. L'errore di Sorokaite vale il nuovo aggancio Pomì ma dura giusto un attimo dato che errori ed ace impongono alla Pomì il nuovo svantaggio sostanzioso sul 17-14. Le rosa provano il tutto per tutto per l'ultimo aggancio sul 18-18 ma l'altalena arride ancora una volta a Firenze che tiene benissimo le preferenziali degli attaccanti casalesi e prendono il largo per il 23-19 che esaurisce i time out di Lucchi. Firenze mette il pilota automatico e ringrazia gli errori di Zago e Guerra che le consentono di chiudere il set sul 25-22.

tie break - l'avvio è tutto di marca fiorentina con Il Bisonte che segue la scia dei due parziali vinti e piazza il 3-0 iniziale. La Pomì rincorre, ancora una volta, con discreta efficacia, e cambia campo sull'8-6 locale dopo una difesa lunga di Sirressi. Guiggi firma l'ultimo vantaggio sensibile di Casalmaggiore prima che la Pomì si blocchi inspiegabilmente sul 9-11 concedendosi al break locale chiuso da Tirozzi sul 15-11.

19 Novembre 2017