il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASKET. LA REUNION

Corona, all'Arena Giardino un match entrato nella storia

Mercoledì 6 settembre, alla presenza dei giocatori e dei dirigenti, la proiezione del secondo tempo della storica rimonta sull'Annabella Pavia

Corona, all'Arena Giardino un match entrato nella storia

La formazione del Corona Profili Braga 1988-89

CREMONA – La tradizione cestistica nel nostro territorio è profondamente radicalizzata grazie alle società che dagli anni Cinquanta in poi hanno ottenuto grandi risultati, spesso con pochi mezzi economici a disposizione. Tra queste c'è sicuramente il Corona Cremona, primo club cestistico cremonese ad assaporare il gusto della serie A (per la precisione la A2, secondo campionato nazionale dopo la A) negli anni Ottanta. La società dei fratelli Pierantonio e Alberto Reggiani, con il mitico Guido Nick Cabrini in panchina, ottenne la prima promozione dalla B alla A2 al termine della stagione 1983-84; seguì l'immediata retrocessione (per soli due punti), ma l'anno successivo (1985-86) il Corona Spondilatte seppe riconquistare il salto di categoria. Sei le stagioni disputate globalmente in A2, e di quegli anni sono rimaste nel cuore dei tifosi in particolare due formazioni, quella del 1986-87 con la coppia di americani formata da C.J. Kupec e George Singleton, e quella del 1988-89, targata Profili Braga, che chiuse lo splendido girone di andata addirittura in testa alla classifica in coabitazione con la superfavorita del campionato Reggio Calabria. La squadra di quella stagione, rimasta nel cuore di tifosi e appassionati, era formata da Francesco Anchisi, Daniele Giommi, Nereo Gregorat, Massimo Gattoni, Giulio Coccoli, Gianluca Castaldini, Fabio Marzinotto, Luigi Brambilla, dai giocatori statunitensi Rod Griffin e Dave Lawrence, quest'ultimo prematuramente scomparso all'eta di 57 anni a causa di una grave malattia lo scorso 20 marzo.Guidata in panchina da Guido Cabrini e dal vice Giovanni Radi, quella formazione del Corona - dopo qualche giorno arriverà la sponsorizzazione Profili Braga - si rese protagonista domenica 16 ottobre 1988, prima gionata di campionato al palazzetto dello sport di Ca' de' Somenzi (che ancora non si chiamava PalaRadi), di una straordinaria impresa contro i 'cugini' dell'Annabella Pavia, in cui militavano i cremonesi Simone Lottici e Beppe Ponzoni oltre all'ex George Singleton. Sotto di 21 punti (38-59) al quarto minuto del secondo tempo – non c'erano ancora i quattro parziali da dieci minuti, ma due da venti – i cremonesi trascinati dalla 'mano armata' di Nereo Gregorat e dal dominio sotto le plance di Dave Lawrence infilarono un parziale entusiasmante, prima impattando a quota 65 e poi sorpassando i pavesi (il vice allenatore dell'Annabella era Attilio Caja, il capo allenatore Arnaldo Taurisano) in un finale rossiniano, chiuso col successo del Corona con il punteggio di 71-67.

A quasi 29 anni di distanza da quel pomeriggio di tripudio del basket cremonese, Giorgio Brugnoli del cinema all'aperto Arena Giardino ha voluto organizzare per mercoledì 6 settembre, con inizio alle ore 21, una serata celebrativa di quella partita – verrà proiettato il secondo tempo con la telecronaca di Daniele Duchi - alla presenza di quasi tutti i protagonisti di allora (in base agli impegni di ognuno): giocatori, allenatori, dirigenti del Corona, ma anche una rappresentanza degli avversari pavesi. All'evento sarà presente anche una rappresentanza della Vanoli Basket. L'ingresso sarà a offerta libera a sostegno dell'iniziativa dell'Arena Giardino per il recupero della Chiesetta di S. Lucia a Cremona.

01 Settembre 2017