il network

Sabato 17 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIO DILETTANTI

Torre de' Picenardi perde la sua squadra storica dopo 97 anni

Avanzini (presidente Torre Icio): 'Siamo rimasti in pochi, non riusciamo più a sostenere l'impegno che deriva dalla gestione della società'

Torre de' Picenardi perde la sua squadra storica dopo 97 anni

TORRE DE' PICENARDI Dopo 97 anni di di storia, Torre de’ Picenardi non avrà più una squadra di calcio. E' la scelta irreversibile e definitiva dell'ASD Torre Icio, che attraverso il presidente Cristian Avanzini ha comunicato a malincuore la fine dell'attività sportiva. Il club bianco-rossonero non rinnoverà l'iscrizione al campionato di Seconda categoria nella stagione 2017-2018 per carenze di struttura dirigenziale. Sempre meno dirigenti, sempre più oneri e mansioni sulle spalle di pochi. Così la società ha deciso di alzare bandiera bianca. In tempi poco fertili per il calcio locale, nei quali già molti giocatori tendono a migrare fuori provincia, questa notizia è l'ennesima tegola per tutto il movimento dilettantistico cremonese.

«Non riusciamo più a sostenere l'impegno che deriva dalla gestione della società – spiega il presidente Avanzini – Abbiamo stretto i denti a lungo, per portare avanti una storia calcistica che dura addirittura dal 1920. Nel 2016 abbiamo festeggiato una indimenticabile vittoria ai playoff di Terza e con Gigi Lupi in panchina ci siamo salvati alla grande in Seconda. Speravamo che sull'onda dell'entusiasmo potessero entrare nel club nuovi collaboratori. Così non è stato. Siamo rimasti in pochi e sono subentrati vari problemi, di lavoro e di natura personale. Continuando così la gestione della società avrebbe rischiato di diventare un peso, non più un momento di passione e di divertimento. Sarebbero servite delle fondamenta più solide. Per questo abbiamo deciso di non iscriverci al prossimo campionato».

22 Giugno 2017