il network

Mercoledì 23 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


LEGA PRO

Nuovo 3-1 in rimonta per la Cremonese

I grigiorossi vanno sotto (gol di Merkaj al 13'), poi risalgono finendo per vincere per distacco

Cremonese - Tuttocuoio 3-1 al primo minuto di recupero

CREMONA - Nuovo 3-1 in rimonta per la Cremonese: dopo Olbia, anche in casa con il Tuttocuoio i grigiorossi vanno sotto (gol di Merkaj al 13') poi risalgono finendo per vincere per distacco. Il pareggio è di Ferretti al 41', il sorpasso ha la firma di Brighenti al 6' del secondo tempo, il gol della sicurezza arriva con Scappini al 90', quando i toscani erano in dieci dopo l'espulsione di Gelli al 65'. La Cremonese mantiene il secondo posto a 4 punti dalla capolista Alessandria, a sua volta vittoriosa in rimonta (2-1) sull'Olbia al Moccagatta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

LA PARTITA IN PILLOLE

  • 90'+1' GOL della CREMONESE: rete di Scappini sull'importante assist di Pesce
  • 85' Tiro fuori di Ferretti (Cremonese)
  • 78' Zenuni (Tuttocuoio) effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario
  • 76' Sostituzione nella Cremonese: entra Scappini esce Brighenti
  • 72' Tiro di Pesce (Cremonese) che viene ribattuto da un giocatore avversario
  • 65' Gelli (Tuttocuoio) viene espulso
  • 57' Tiro fuori di Canini (Cremonese)
  • 51' GOL della Cremonese: rete di Brighenti sull'importante assist di Salviato
  • 50' Belingheri (Cremonese) effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario
  • 49' Tiro fuori di Belingheri (Cremonese)
  • Al via il secondo tempo
  • 45' Maiorino (Cremonese) effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario
  • 41' GOL della CREMONESE: rete di Ferretti
  • 36' Maiorino (Cremonese) effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario
  • 36' Fallo di mano per Stanco (Cremonese)
  • 28' Tiro fuori di Maiorino (Cremonese)
  • 22' Tiro fuori di Stanco (Cremonese)
  • 19' Stanco (Cremonese) effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario
  • 15' Brighenti (Cremonese) in fuorigioco
  • 13' GOL di Tuttocuoio: azione di Merkaj sull'importante assist di Gelli
  • 4' Tuttocuoio guadagna un calcio d'angolo alla sinistra del portiere
  • 1' Fischio d'inizio

CREMONA - Attilio Tesser lo ha confermato: quelle viste in settimana erano effettivamente prove di turn over, perché si entra in una fase del campionato particolarmente calda. Con la temperature che si alza, le avversarie affamate di punti e un ciclo di gare anche infrasettimanali in arrivo, il tecnico di Montebelluna si sta portando avanti con il lavoro perché prima o poi qualcuno dovrà tirare il fiato. Non oggi però, perché la Cremonese che arriva da tre vittorie consecutive cambierà quel poco che basta per avere la meglio su un Tuttocuoio in cerca di ossigeno per salvarsi. «Siamo entrati nella parte finale del campionato — ammonisce Tesser — e tutte le squadre, che si tratti di playoff o di salvezza, raddoppiano gli sforzi. Oggi i punti pesano il doppio. A Cremona arriva un Tuttocuoio che prima di perdere due gare di fila ha fatto soffrire l’Alessandria. Chiedo solo di non guardare i nomi, ma di pensare a proporre un gioco intenso. Allo Zini sarà un’altra battaglia». Il primo tempo di Olbia ha messo in luce un approccio non ideale, con tutti i rischi che ne sono conseguiti. «Non pensiate che io non abbia chiesto un approccio migliore. Non penso che i miei abbiano preso superficialmente l’impegno, ma quando non hai davanti Arezzo o Alessandria certi meccanismi non scattano in maniera naturale. Mancare di rispetto all’avversario è un grave errore, mi piacerebbe che davanti vedessimo sempre un Arezzo o un’Alessandria. Però non dimentico il vento che ci ha creato disagi, tanto che nella ripresa abbiamo messo una maggiore tonicità e i valori sono emersi». Formazione che vince non si cambia, oppure sì, visto che Maiorino è il bomber del momento? «Potrei fare qualche cambiamento ma non per quello che ho visto nella ripresa di Olbia. Se li faccio è perché cerco equilibrio. Non siamo all’oratorio, un giocatore non diventa titolare perché segna due gol ma perché in un determinato contesto è più utile. Maiorino ha la capacità di spezzare la gara senza dubbio, l’ho alternato spesso a Perrulli, oppure li ho fatti convivere se cerco determinate cose». In settimana Tesser ha provato alcune alternative sulla linea arretrata e mediana. «Il turn over arriverà a breve, quando partirà un ciclo di ferro con gare infrasettimanali. Tanti sono i fattori che dovremo considerare: abbiamo qualche diffidato, arriva il primo caldo, avremo gare ravvicinate. Avremo bisogno di tutti, anche se sembra che dica una cosa ovvia, ma andiamo sempre alla ricerca della migliore gara e quindi ho fatto le prove per essere al massimo quando servirà». La Cremonese si presenta oggi in campo con alle spalle tanti segnali positivi: ad Olbia sono arrivati anche i gol su calci piazzati, chi entra segna, quando la squadra cambia passo e cambia anche il volto alla gara. «Sono tutti segnali di un gruppo che sta bene, perché abbiamo più di undici giocatori che possono fare la differenza e se tutti remano dalla stessa parte possiamo fare buone cose». Ci sono ancora 30 punti a disposizione, quanti ne basteranno per sognare in grande? «Ormai un po’ di vecchiaia alle spalle ce l’ho e capisco che mediaticamente possa essere accattivante fare una tabella, ma non vivo facendo calcoli e ragiono in base al gruppo e in base agli avversari, perché in campo non dimentichiamo che ci sono anche loro». Da una settimana intera Tesser lavora con la squadra al completo. Il Tuttocuoio si presenta a Cremona senza il terzino Tiritiello squalificato dal giudice sportivo. Non al meglio l’attaccante Shekiladze che non dovrebbe partire da titolare ed è in forse anche per la panchina. Il tecnico Fiasconi schiererà un 4-3-3 con Masia, Pinzauti e Gelli in attacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Marzo 2017