il network

Sabato 17 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE

Il Bisonte Firenze- Pomi Casalmaggiore 3-2 (25-18, 9-25, 25-16, 16-25,15-13)

Il Bisonte Firenze- Pomi Casalmaggiore (ore 19)

Una schiacciata di Lucia Bosetti

FIRENZE - Brutta sconfitta per la Pomì che perde 3-2 (25-18, 9-25, 25-16, 16-25,15-13) a Firenze.

LA PARTITA

1 SET - la Pomì incide poco in battuta in avvio consentendo a Bechis di distribuire con efficacia tenendo alto il ritmo del cambio palla prima di incidere anche in fase break con Casalmaggiore decisamente colpevole per la prima fuga toscana che sul 7-3 obbliga Caprara alla sospensione. Pasticciona, confusionaria e poco aggressiva, la Pomì traduce nel linguaggio del corpo i timori e le ansie di un periodo poco fortunato. Firenze rischia e resta avanti prima che Guerra provi a scuotere la Pomì spingendo le "rosa" dal 10-4 all' 11-7. Lloyd alterna scelte ed esecuzioni magistrali ad altre indecifrabili con Peric che le passa la paletta sul 14-8 mentre la fase break latita consentendo a Firenze di stare avanti senza strafare. L'americana rientra poco dopo con la Pomì che ha l'aria di un pugile all'angolo, incapace di reagire con il muro mai efficace sugli attaccanti fiorentini e Bechis che con due tocchi di seconda finisce a distanza siderale sul 19-12 del secondo time out Caprara. Solo gli errori delle padrone di casa (4) riducono lo svantaggio ospite con Bracci che ferma i giochi sul 20-16 ma è un fuoco di paglia prima del 22-16 che apre la strada alla fuga definitiva delle toscane che chiudono il parziale sul 25-18 con 6 punti di Enright.

2 SET - la reazione che ci si aspetta non arriva ed anzi la Pomì sembra sprofondare nell'abisso sull'ennesima sbavatura (invasione di Lloyd) che consegna a Firenze il 5-2 dell'avvio. Il defibrillatore di Casalmaggiore è il servizio di Tirozzi che con l'ace chiude la mini-rimonta obbligando Bracci al time out sul 5-6. La battuta del capitano e una ritrovata puntualità a muro ribaltano l'inerzia con il parziale ospite chiuso sul 6-9 che ridà speranza e verve alla Pomì. Firenze accusa il colpo, Bechis non riesce più a dare vantaggio ai propri attaccanti ed il muro-difesa della Pomì diventa finalmente un fattore incrementando il vantaggio sino all'ennesimo vincente che sull'8-15 forza il time out toscano. Il black out delle padrone di casa è ormai incontrovertibile mentre la Pomì, ordinata e rinfrancata, incide nelle difficoltà altrui andando in fuga solitaria dominando a muro (8 nel set) e allungando il parziale sino all'8-24 che anticipa il 9-25 dell'1-1.

3 SET - certo con 8 muri vincenti in un set è difficile perdere e la Pomì scopre presto che senza un dominio a rete la partita resta in bilico perchè l'attacco continua a faticare e Sorokaite trova tempi e misure per dare continuità a Firenze che tiene il passo sul 6-6. La Pomì fatica a costruire e concretizzare in fase di cambio palla con Firenze brava a non perdere il filo del cambio palla tenendo sempre il vantaggio e provando l'allungo con Sorokaite che scrive il 14-11 del time out Caprara. Lo strappo fa riaffiorare timori ed ansie della claudicante Pomì di questo periodo con Lloyd che naufraga e con lei l'attacco delle campionesse d'Europa spinte sul 17-12 da Bayramova. Gibbemeyer affonda le unghie nel Bisonte per cercare di tenere aggrappata la Pomì ma le "rosa" non riescono ad esprimere un gioco sufficiente con Caprara che ferma i giochi sul 21-15 e nonostante il cambio Peric-Lloyd le ospiti non si scuotono e Firenze incassa il 2-1 sul 25-16 dell'ace di Sorokaite che abbatte Bosetti.

4 SET - set cruciale per la Pomì che rischia di aprire una vera e propria crisi nel proprio cammino e che non riesce a togliersi pressione da dosso con Firenze che trova sempre il modo di dare aria al proprio attacco e Casalmaggiore incapace invece di incidere in cambio palla per prendere possesso del set sino al 10-10. Due errori delle padrone di casa concedono la prima boccata d'ossigeno a Casalmaggiore con Bracci che chiama subito a rapporto le proprie ragazze sul 10-12. Le brutte sensazioni del coach delle toscane sono confermate al rientro con le "rosa" che incidono al servizio e Firenze che non riesce più ad essere efficace finendo nuovamente in panchina sul 10-15.

02 Marzo 2017