il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE

Pomì, netto 3-0 e nuovo primato

Iniziato il girone di ritorno con il successo delle ragazze di Caprara sul Club Italia (25-18; 25-22; 25-16)

Pomì Casalmaggiore-Club Italia (ore 20.30)

Un attacco della Pomì Casalmaggiore

CREMONA - La Pomì torna là dove le spetta, in testa alla classifica, vincendo il match con il Club Italia e scrivendo così un nuovo record personale ora tutto da aggiornare. Sono infatti sei le vittorie consecutive in campionato per Casalmaggiore, massimo per la Pomì in A1

PalaRadi in formazione infrasettimanale e Pomì che non mette a referto Tamara Susic. La versione ufficiale pare essere scoliosi, la cruda verità è che l'avventura "rosa" della centrale croata potrebbe essere già arrivata al capolinea. Caprara  non si fida del Club Italia e schiera il sestetto tipo con l'ex di turno Anastasia Guerra in campo dall'inizio al posto del capitano Valentina Tirozzi. Lucchi invece preferisce Arciprete a Perinelli e Mancini a Lubian schierando Piani dall'inizio spostando Egonu in posto quattro.

1 set - E' subito Egonu-show al Palaradi con la giovane stella azzurra che passa con facilità disarmante mentre la Pomì fatica a costruire trame efficaci e ad impensierire il cambio palla avversario in correlazione muro-difesa. I due errori gratuiti delle padrone di casa chiudono il cerchio del 5-8 d'avvio con la sola Fabris sui propri livelli abituali. Bastano un paio di buone coperture e due contrattacchi efficaci di Guerra per riportare avanti la Pomì (11-10) prima che l'ennesimo fendente di Fabris obblighi Lucchi al time out sul 13-11. Nemmeno il tempo di ipotizzare la fuga che Guerra spedisce out due palloni per il 13-14 che replica il time out ma a ribaltare nuovamente l'inerzia del set sono la maestria di Bosetti ed il servizio di Stevanovic. Due punti della varesina e due aces della serba scrivono il 18-15 del nuovo time out azzurro che non interrompe la serie al servizio di "Jole" capace di infilare 4 aces consecutivi e trascinare la Pomì sino al 22-15 del doppio cambio (Morello-Enweonwu per Orro-Piani). Cambia poco, ci pensa Gibby a chiudere i conti sul 25-18.

2 set - Tirozzi, entrata per il giro dietro di Guerra nel primo set, resta in campo nel secondo parziale ma è proprio un ace di Piani sul capitano a valere il primo vantaggio azzurro sul 3-4. La Pomì si muove discretamente in cambio palla ma manca in fase break con il Club Italia abile a variare le soluzioni per tenersi avanti, sempre col minimo scarto, sino al 9-10. Il primo acuto in contrattacco delle padrone di casa produce l'allungo del 13-11 ma bastano un paio di pasticci per rivitalizzare l'avversario per il 13-14. Alle ragazze di Caprara basta mantenere i nervi saldi, limitare gli errori ed approfittare di quelli altrui con Egonu e Piani che regalano due punti per il 18-15 ed Enweonwu, subentrata a Piani che subisce il muro del 19-15 prima che anche Arciprete la imiti e Lucchi esaurisca i time out sul 20-15. Sembra fatta prima che Egonu si metta a tirare bordate dai nove metri sino al 23-21 prima che il video check e Fabris risolvano la questione per il 25-22.

3 set - Enweonwu resta in campo per Piani e Tirozzi viene confermata per Guerra ma la Pomì, come nei due set precedenti, fatica a prender confidenza col gioco punita dal servizio di Mancini sino al 5-7. La seconda linea casalese prende le misure e Fabris in contrattacco firma il primo vantaggio locale sull'11-10 senza però dare l'impressione di aver acceso l'interruttore per scappar via. Egonu costringe Caprara ad un time out dai toni accesi sull'11-12. Gli occhi "cattivi" del tecnico di medicina sembrano il ricostituente in grado di spingere la Pomì sul 14-12 prima che Fabris ampi il margine e porti la Pomì sino ai tre punti sul 25-16.

19 Gennaio 2017