il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY FEMMINILE, COPPA ITALIA

Pomì, rimonta a metà: Modena passa al golden set

Le rosa vanno avanti 3-0 (25-15; 25-19; 25-19) e perdono 16-18 il set decisivo per accedere alle final four

Pomì Casalmaggiore - Liu Jo Modena - PalaRadi ore 17

CREMONA - Mezza remuntada e poi un grande rammarico. Questo l'esito del quarto di finale che condanna la Pomì all'eliminazione dalla coppa Italia in virtù di un golden set che ha premiato Modena sul 18-16 dopo che la Pomì ha avuto in mano due palle buone per completare l'impresa e staccare il pass per la final four di Coppa Italia. 

Serve l'impresa alla Pomì Casalmaggiore per ribaltare la sconfitta per 3-0 dell'andata a Modena. Il tifo del PalaRadi giocherà un ruolo importante nella sfida con la Liu Jo: in palio c'è l'accesso alle Final Four di Coppa Italia. PalaRadi che in termini numerici rispetta l'importanza del match e va verso una capienza importante. Formazioni comfermate rispetto a giovedì e nessuna sorpresa nei sestetti in campo.

1 set - Pomì che parte decisamente meglio, soprattutto a muro, con Stevanovic che spinge la Pomì sul 5-3, Modena non molla ma le campionesse d'Europa marchiano il terzo muro con Stevanovic e con il contrattacco di Bosetti costringono Gaspari al time out sul 10-7. Il PalaRadi si infiamma, la Pomì lo segue leggendo bene a muro il gioco di Ferretti, mettendo pressione dal servizio e giocando con efficacia i colpi di contrattacco sino al 15-9 che esaurisce i time out emiliani. Gibbemeyer si iscrive alla partita con due muri suntuosi che spingono la Pomì sino al 18-9 prima che Heyrman risponda con due fast che sul 18-12 costringe Caprara al time out. Le "rosa" rientrano ancor più cattive, leggono bene le diagonali di Barkocevic e con Fabris a concretizzare ogni contrattacco chiudono presto sul 25-15.

2 set - il rientro vede ancora un'ottima Pomì che si appoggia soprattutto a Fabris in attacco ma che specie con Sirressi tiene in seconda linea per il 7-5 iniziali. Stevanovic ancora una volta fa valere i propri centimetri, Guerra pesca il jolly dai nove metri e sull'11-7 Gaspari mette le mani a T. Bosetti tiene a muro Brakocevic e beffa la seconda linea modenese col pallonetto del 14-9 che manda in campo Ozsoy per Marcon. Heyrman prova a rianimare la squadra ma proprio Ozsoy patisce il turno infinito di Fabris al servizio che con due ace spinge la Pomì al 21-14 grazie anche a due colpi straordinari in ricostruzione di Guerra. Modena non sprofonda ma non crea mai i presupposti per rientrare e Gibbemeyer manda in estasi il palaRadi con il primo tempo che vale il 25-19 ed il 2-0.

3 set - Ozsoy resta in campo per Marcon ma subisce muro ed ace per il 5-2 Pomì ma Modena alza il voltaggio del proprio servizio mettendo in difficoltà la Pomì e rientrando con l'ace di Brakocevic per l'8-8. Modena firma il sorpasso con l'ace di Heyrman ma la Pomì non molla e aiutata da tre errori di Brakocevic passa a condurre sul 15-13 del time out Gaspari. Il terzo set si fa entusiasmante con difese al limite da entrambe le parti e la Pomì che mette in campo tutte le proprie risorse per tenere aperto il match. Tirozzi in seconda linea fa un gran lavoro, Marcon  fa la stessa cosa per Ozsoy ma l'ennesimo errore di Brakocevic e il contrattacco di Fabris valgono il 19-15 che forza Gaspari al time out. Guerra scalda il braccio e con 4 punti consecutivi porta Casalmaggiore a due punti dal golden set sul 23-17. Sono due fast di Stevanovic a chiudere la remuntada sul 25-19 e spinge la Pomì al golden set.

GOLDEN SET - La Pomì non trova il contrattacco e quando Lucia Bosetti subisce il muro di Belien la Pomì è sotto e Modena prova la fuga sul 2-4 ma Lloyd pesca bene al centro e quando Fabris viola il muro la Pomì torna avanti sul 5-4 del time out Gaspari. Brakocevic tiene in scia la propria squadra ma la Pomì punisce il cambio palla non convertito da Marcon e firma l'8-6 del cambio campo. Le azioni diventano infinite e la Pomì ne spunta una importante sull'11-9 ma non approfitta del vantaggio e sulla ricostruzione Lloyd e Gibbemeyer non si intendono per l'11-11 del time out Caprara. Modena sbaglia al servizio, la Pomì sembra accusare il "braccino" con qualche errore ingiustificabile ma alla fine arriva al 14-13 con Fabris. Bosetti vanifica anche il secondo match point, Stevanovic manda fuori la fast del 15-16, Guerra respinge il primo ma sul fendente di Brakocevic non c'è nulla da fare e Modena va alla final four sul 16-18.

08 Gennaio 2017