il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CALCIO GIOVANILE

Pugno ad un avversario, portiere squalificato due anni

Rissa in campo durante Bedriacum-Corona (Juniores provinciali), entrambe le squadre hanno avuto partita persa a tavolino

pallone sgonfio

CREMONA - Sono pesanti i provvedimenti disciplinari presi dal giudice sportivo relativamente alla sfida tra Bedriacum e Corona che si è disputata sabato 26 novembre a Calvatone e valida per il campionato Juniores provinciali. In seguito all'espulsione di un giocatore del Corona, era scoppiata una lite tra gruppi di calciatori delle due squadre. Mentre l'arbitro tentava di riportare la calma, il portiere del Bedriacum, El Abbadi, ha colpito con pugno violento Tacchinardi (Corona) mandandolo lungo disteso e privo di sensi.

El Abbadi è stato squalificato fino al 31 dicembre 2018, entrambe le società dovranno pagare 70 euro di multa "per responsabilità oggettiva, per i fatti causati dai propri tesserati sul terreno di gioco (sanzione mitigata per la fattiva collaborazione dei loro calciatori e dirigenti)". E tutte e due le squadre avranno partita persa 3-0 a tavolino.

Il motivo di quest'ultimo provvedimento è da ricercare nel fatto che, dopo che Tacchinardi è stato soccorso sul campo e poi trasportato in ospedale, i dirigenti di Corona e Bedriacum si sono rifiutati di concludere la partita. Mancavano solo pochi minuti e l'arbitro riteneva vi fossero le condizioni per portare a termine il match. Il giudice sportivo, si legge bel comunicato, "letti gli atti, condivide la decisione dell'arbitro di voler terminare la gara e non può, peraltro, essere d'accordo con la decisione contraria presa dalle due società".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

03 Dicembre 2016

Commenti all'articolo

  • DAVIDE

    2016/12/01 - 20:08

    Questo è il mondo del calcio! Tutti i giocatori che si sono permessi di protestare in modo incivile devono essere sospesi per un anno; chi ha colpito per almeno cinque. E le squadre sospese dal gioco per un mese, oltre ovviamente alla sanzione.

    Rispondi

  • gianfranco

    2016/12/01 - 20:08

    con questi comportamenti altro che due anni, basta giocare a cacio o anche a qualsiasi altro sport di gruppo, uno violento lo sarà sempre, anche se va a giocare a bocce.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000