il network

Sabato 22 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY FEMMINILE, MONDIALE

Pomì Casalmaggiore-Volero Zurigo 3-1 (25-27; 25-23; 25-17; 25-23)

Incredibile Pomì, è finale mondiale!

Pomì Casalmaggiore-Volero Zurigo (ore 13.30)

Selfie Pomì dopo il successo sulle All Stars Filippine

MANILA (Filippine) - Non ci sono più parole per definire questa straordinaria ed impagabile Pomì che mette l'abito di gala per l'occasione della vita, sconfigge il Volero Zurigo e stacca il biglietto per la finale del Mondiale per Club. Domenica 23 ottobre alle 13 (diretta RaiSport) le ragazze di Gianni Caprara cercheranno di portare Casalmaggiore sul tetto del mondo giocandosi la finale contro l'Eczacibasi Istanbul di Massimo Barbolini che aveva bagnato l'esordio mondiale delle "rosa" con un severo 3-0.

Tirozzi e compagne sono state sostanzialmente perfette, puntuali a muro, efficaci al servizio, sagge nel gestire i palloni caldi dei set. Coraggiose a rientrare in campo dopo aver perso un primo set bugiardo nel quale il Volero ha raccolto ben oltre i propri meriti, lucide nel gestire il rientro del 4° set quando, sotto 21-23 hanno piazzato il break mortifero che è valso il 25-23 che spinge la Pomì tra le prime due squadre al mondo.

1 set - partenza contratta con 4 errori nei primi 5 punti del match con la Pomì che finisce sotto 2-5 al secondo muro subito prima di rendere il favore con il block-in del 5-4. La Pomì ha la faccia giusta ma sono gli errori a dominare la prima parte del match con Fabris che approfitta di una buona ricostruzione per segnare il primo vantaggio "rosa" sul 9-8. Due fast senza successo di Stevanovic rivitalizzano il Volero per il 10-12 ma la serba si riscatta prontamente e con tre attacchi riporta a contatto la Pomì (13-13) prima che il muro di Bosetti valga il nuovo sorpasso. E' una buona Pomì che sul destro-sinistro Fabris-Bosetti costringe Terzic al time out sul 17-15. La Pomì tocca il 19-16, Akirandewo ricuce sino al 19-18 ma l'ace di Fabris dà nuovamente 3 punti di vantaggio alla Pomì sul 21-18 del secondo time out Terzic. Caprara replica fermando il gioco e chiamando attenzione in copertura sul 21-20, Tirozzi sbaglia per il 22-22 ma poi piazza l'ace che porta la Pomì avanti a quota 24. Dopo due set point gli errori di Fabris e le ricezioni errate di Tirozzi portano il Volero sull'1-0 sul 25-27.

2 set - la Pomì sembra non accusare il colpo di un set sciupato e con ottime soluzioni sprinta sul 3-0 che obbliga Terzic alla sospensione. Il Volero non si scompone e due errori di Fabris agevolano il rientro per il 5-4 e quando anche Gibbemeyer e Stevanovic si iscrivono alla lista degli errori Zurigo chiude un parziale mortifero che scrive il 5-8 viola del time out Caprara. Lloyd converte la ricezione lunga per l'8-9 ed Akirandewo sbaglia per il nuovo aggancio sul 9-9. L'ace di Stevanovic riporta avanti la Pomì ma Fabris regala troppo per l'11-12 svizzero. Akirandewo condiziona pesantemente le letture del muro casalese ma la Pomì sembra non disunirsi e resta a contatto e aggancia sul 18-18 di Stevanovic prima di passare avanti con Bosetti sul 19-18 del time our Terzic. Sono ancora gli errori a semplificare la vita al Volero per il 20-19 e per il 21-20 ma appena la Pomì lesina i regali ecco il 24-22 di Tirozzi. Fabris scioglie il braccio e certifica l'1-1 sul 25-23.

3 set - la legge del contrappasso porta il Volero a rendere i regali del secondo set con tre errori forzati dal servizio di Tirozzi per il 6-2 di Fabris che fa infuriare Terzic, costretto al time out. Mariana entra in campo ma la Pomì è brava a limitare le uscite di Fabiola e si costruisce un buon margine sull'11-5 ed esaurisce i time out svizzeri sull'ennesimo errore che vale il 12-5. Le svizzere sembrano in balia delle campionesse d'Europa ma un paio di sbavature preoccupano sul 15-9. Il Volero senza far nulla di trascendentale si avvantaggia degli errori casalesi per spingersi sino al 18-14 del time out Caprara. Nel momento più difficile Akirandewo grazia la Pomì sparando out il 19-15 e Guerra completa l'opera al servizio innescando il nuovo break che vale il 22-15. Il set sostanzialmente finisce qui ed il 25-17 certifica il 2-1 Casalmaggiore.

4 set - il Volero sembra alle corde e la Pomì pare avere in mano il colpo del ko sul 4-0 che obbliga Terzic a fermare i giochi. Il rientro però riporta la Pomì con i piedi per terra sul 4-3 con ricezione deficitaria che concede l'aggancio svizzero già sul 5-5. L'ennesima ricezione sporca frutta il sorpasso sull'8-9 e sembra frenare una Pomì ora in difficoltà e chiamata a rapporto da Caprara sull'8-10. Nel momento più difficile le campionesse d'Europa trovano le energie per rimettersi in carreggiata e macinano gioco sino al 13-11 del time out Terzic. Fabris regala due punti per il nuovo aggancio svizzero ma non si scompone e, aiutata da un muro, ristabilisce il +2 sul 19-17. Guerra segna un altro break in battuta ma Akirandewo rimedia per il 20-19 e piazza due fast per il vantaggio viola sul 21-22 del time out Caprara. Sul 21-23 la Pomì è ad un passo dal baratro ma due muri straordinari ed un errore incomprensibile di Fabiola manda le "rosa" ad un punto dalla finale sul 24-23. Alla palla successiva il Volero completa l'opera con l'invasione che spedisce la Pomì in finale.

Pomì Casalmaggiore: Fabris 23, Bosetti 16, Tirozzi 12, Stevanovic 11, Gibbemeyer 6, Lloyd 3, Guerra 2, Turlea, Sirressi (L). N.e.: Bacchi, Susic, Gibertini (L), Peric. All. Caprara.

Volero Zurigo: Rykhliuk 19, Akirandewo 19, Mammadova 9, Rabadzhieva 8, Fabiola 3, Malkova 3, Orlova 3, Mariana, Popovic (L). n.e.: Lengweiler, Zivkovic, Gizem, Caraces, Unternahrer. All. Terzic

Arbitri: Patricia Rolf e Jiang Liu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Ottobre 2016

Commenti all'articolo

  • giuseppe

    2016/10/22 - 15:03

    grande carattere, con la volontà si arriva sul tetto del mondo

    Rispondi