il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY FEMMINILE

INCANTEVOLE POMI'
Batte il Vakif e conquista la Champions League

Il risultato della finale: Pomì Casalmaggiore-Vakifbank Istanbul 3-0 (25-23; 25-23; 25-22). E Renzi twitta i suoi complimenti alle ragazze Pomì

INCANTEVOLE POMI'Batte il Vakif e conquista la Champions League

Gioia ed entusiasmo per la Pomì

MONTICHIARI (Brescia) - E' successo l'incredibile, il sogno è diventato realtà, Casalmaggiore è campione d'Europa. Era il 16 maggio 2015, è il 10 aprile 2016. Cambiano le date, cambia la storia. La storia la scrive la Pomì Casalmaggiore che in 11 mesi contro ogni pronostico si prende scudetto e Coppa Campioni. 15000 abitanti, tutti sul tetto d'Europa.

Per il grande risultato ottenuto dalla Pomì, il presidente del consiglio Matteo Renzi si è complimentato su Twitter: "Evviva le ragazze di @pomiVBC campionesse europee di volley femminile. Festa grande non solo a Casalmaggiore #cevChampionsLeagueW".

LA PARTITA IN DIRETTA

L'attesa è finita, è tempo di finale, in palio c'è la Champions League. Nella finale per il terzo posto il Fenerbahce ha ribaltato lo svantaggio iniziale conquistando il bronzo ai danni della Dinamo Kazan. I cori incessanti accompagnano il riscaldamento delle squadre prima dell'inizio del match, l'atmosfera è incandescente, la posta in palio altissima. Guidetti conferma Hill per Buijs mentre Barbolini mantiene il sestetto-tipo che ha conquistato la finale.

1 set - la Pomì parte forte ed il muro di Stevanovic vale il 2-0. Il Vakifbank marca bene i centrali e dopo un check chiesto da Barbolini le turche chiudono un break di 3-0 per il 4-6 prima che sia la Pomì a rispondere per le rime mettendo il punto esclamativo con Gibbemeyer sull'incrocio di Sloetjes per il 7-6 prima che De Kruijf mandi le squadre in panchina sul 7-8. E' un set che vive di strappi ed è ancora la formazione di Guidetti a provare l'allungo grazie al muro che sbarra la strada a Kozuch sul 10-13 del time out Barbolini. Il 10-14 fa male ma Piccinini è decisiva nei momenti topici ed il muro di Stevanovic ricuce sino al 13-14. Il Vakif cambia bersaglio prendendo di mira Sirressi dai nove metri ma è la battuta della Pomì a rallentare le turche aiutate da un video-check interpretato in modo criptico per il 17-19. Un'altra chiamata incredibile del secondo arbitro rischia di mandare lontana la Pomì che, salvata dal check, resta a contatto per il 20-20 di Tirozzi e sorpassa con il muro a uno di Stevanovic sulla pipe di Sloetjes. E' ancora una volta il check, decisivo dati gli svarioni arbitrali, a certificare il tocco a muro del Vakifbank spedendo la Pomì sul 23-20 e le squadre in panchina per volere di Guidetti. Barbolini replica sul 23-22 di Gozde, Hill trova l'ace su Sirressi ma Tirozzi prima e Piccinini poi autografano il primo set per il 25-23 che vale l'1-0.

2 set - l'avvio di secondo set è contratto, quasi che le due contendenti abbiano paura a prendere il comando delle operazioni. Si fatica a liberare il braccio e sono più gli errori a mandare avanti il tabellone che i punti in fase offensiva sino al 5-5 dell'errore al servizio turco. Tirozzi ne stecca un paio prima di esibire due difese strepitose che animano la rimonta griffata ancora da una straordinaria Francesca Piccinini per l'8-7 della sospensione. Orge, libero turco, una delle migliori in campo ieri, sembra la brutta copia di sé stessa e la stampata di Stevanovic costringe Guidetti a fermare i giochi sul 13-10. La Pomì è in trance agonistica, trascinata da un pubblico straordinario e da una correlazione muro difesa granitica. Guidetti spedisce in campo Buijs per Kirdar e Sheilla per Sloetjes e producendo il break che dal 15-10 porta al 15-12 del time out Barbolini. Il Vakifbank si trascina fuori dalle sabbie mobili con i suoi cambi e il muro di Hill su Stevanovic riduce il gap sino al 17-16 ma ancora una volta, nel momento più difficile, è Francesca Piccinini a caricarsi in spalla la squadra trascinandola al 20-17 del time out Guidetti. Sembra fatta e invece il Vakif non molla, mura due volte Piccinini e Barbolini mette le mani a T sul 20-20. Tirozzi inventa la magata del 23-21, Rasic sbaglia la battuta del 24-22 e Stevanovic va a raccogliere in cielo la fast del 25-23. 2-0 Pomì, il PalaGeorge è una bolgia.

3 set - un check conferma l'1-0 della Pomì ed apre un terzo set elettrico. Tenere il Vakifbank nella palude è la missione della Pomì ora ad un set dal sogno. Le rosa ci provano con il 3-2 ma sbavano e il muro su Tirozzi blocca il tabellone sul 3-5. Le giallonere prendono coraggio il problema è che la Pomì non ne perde e quando Stevanovic chiude a muro su Sheilla è di nuovo 6-5, replicato dalla fast di Gibbemeyer per l'8-7 della sospensione. Nell'aria si respirano allo stesso tempo un'atmosfera magica ed una tensione palpabile. La Pomì ha la palla dell'11-8 ma Tirozzi subisce il muro del 10-9, scrive l'11-9 ma Hill risponde. Vantaggi minimi, tensione massima. Sloetjes torna in campo per Sheilla sul 13-10 e le giallonere tornano subito sotto sul 13-12 prima che Tirozzi concluda un'azione infinita per il 14-12. Il Vakifbank fa le prove di aggancio ma non fa i conti con Piccinini: la toscana torna in prima linea e piazza due palle infuocate per il 16-13 della sospensione. Guidetti restituisce il campo a Kirdar per Buijs ma è Hill a tornare letale recuperando il 17-14 per il 17-16 del time out Barbolini. Quando sembra che il Vakifbank abbia ormai preso le misure ecco che la Pomì estrae dal cilindro altri colpi, altre soluzioni. Ecco che la tesa al centro per Stevanovic tiene 3 punti avanti la Pomì sul 21-18 ma ancora una volta non esaurisce le energie delle turche che murano il 21-20 su Tirozzi. Naz regala il 22-20 (time out Guidetti) ma il muro su Stevanovic vale l'aggancio a quota 22 del time out Barbolini. Finisce lì, il Vakif non esce da quota 22 e quando Sloetjes trova le mani del muro "rosa" sono le 19.10. Casalmaggiore è campione d'Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Aprile 2016

Commenti all'articolo

  • gianbattista

    2016/04/11 - 08:08

    grandissime ragazze

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000