il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASKET SERIE A

Vanoli, Dragovic verso l'esordio

L'ala serba, neoacquisto biancoblù, sarà in campo domenica 17 gennaio al PalaRadi contro i campioni d'Italia di Sassari

Vanoli, Dragovic verso l'esordio

Nikola Dragovic con la maglia numero 1 e il gm Andrea Conti

CREMONA — Domenica 17 gennaio farà il suo esordio con la Vanoli e non in una partita qualsiasi: Nikola Dragovic, classe 1987, 206 centimetri, debutta al PalaRadi contro i campioni d’Italia di Sassari. C’è molta curiosità tra i tifosi nel vedere all’opera il serbo che ha giocato anche negli States e che quest’anno ha fatto la preparazione agli ordini di Andrea Trinchieri nel Bamberg, in Germania. E mercoledì 13 gennaio, poco prima dell’allenamento, ‘Drago’ ha salutato così la sua nuova squadra e i suoi tifosi: «Sono felice di essere qua, ho trovato subito un ambiente molto familiare. Ho avuto modo di conoscere i miei nuovi compagni, da Luca Vitali a tutti gli altri. Cosa cambia tra qui e l’America? In ogni squadra ho sempre dato il meglio di me, portando la mia mentalità vincente. Non conta se il palasport è grande, l’importante è dare sempre tutto. Io la penso così». . Poi, Dragovic ha spiegato anche le proprie aspettative: «Metterò al servizio la mia esperienza per migliorare la squadra ed aiutarla a raggiungere gli obiettivi che si è posta. Ho già attraversato varie stagioni. Dalla Serbia a Los Angeles è stata dura: non sapevo la lingua e non conoscevo nulla dell'America. Tante volte ho pensato di tornarmene a casa: ho rifatto le valigie tre volte. Avevo solo 17 anni, ma ero in camera con Russell Westbrook: se sono rimasto lo devo a lui». Lo scorso anno Dragovic è arrivato in Bulgaria. La moglie gli ha spiegato che si sarebbe trattato di uno nuovo step. «L’ho ascoltata e ho scelto il numero uno. Cesare Pancotto e Paul Biligha dai tempi di Avellino, non vedo l'ora di iniziare a giocare». Domenica Dragovic partirà dalla panchina, dove invece non andrà James Southerland, come ha spiegato il general manager Andrea Conti: «Con James siamo stati sempre lineari: stiamo cercando la soluzione migliore per lui. E’ chiaro che, anche se a termini di regolamento potrebbe anche restare, andremo avanti così, evitando di rompere delicati equilibri. Quanto a Dragovic — ha aggiunto Conti — voglio ringraziare la Vanoli per essersi sobbarcata questo extra-budget. Si tratta di un giocatore importante che abbiamo cercato e trovato. Fin qui abbiamo fatto tante cose buone. Ora puntiamo ad un girone di ritorno all’altezza. Non siamo obbligati a mantenere la stessa posizione in classifica, ma faremo di tutto per ripeterci ancora. Questo è un obiettivo importante». Infine, il mercato. «Al momento non ci sono novità. E’ inutile negare che la società stia monitorando il mercato. Si parlava di un play, poi è emersa una esigenza diversa. Fino a marzo, dopo le Final Eight, non ci saranno movimenti».

14 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000