il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE

Scandicci-Pomi Casalmaggiore 3-2 (25-27; 23-25; 25-14; 27-25; 15-7

Sulla rotta-scudetto, le ragazze di Barborini affrontano in trasferta l'ambiziosa squadra toscana

Scandicci-Pomì Casalmaggiore (diretta ore 18)

Schiacciata di Stevanovic

SCANDICCI (Firenze) — Inizia oggi pomeriggio a Scandicci la settimana più difficile di questo primo scorcio di stagione per la Pomì che in otto giorni mette in fila due delle formazioni più ambiziose del campionato e la trasferta delicata in Repubblica Ceca per la prima giornata di ritorno della Pool C di Champions League. Tre partite delicate, due trasferte faticose e Piacenza al PalaRadi nel giorno di Santa Lucia, questo il menù ricco che darà un ulteriore giro di vite al calendario già proibitivo della banda Barbolini. Si parte da Scandicci (ore 18, arbitri Luciani e Frapiccini) contro una Savino del Bene che in estate ha messo sulla propria lista della spesa mezza serie A grazie ad un budget consistente e ad ambizioni di grandeur che hanno rivoltato il roster di Massimo Bellano rendendolo un'autentica mina vagante della massima categoria.

Biglietti esauriti un'ora abbondante prima del match, questa è l'accoglienza riservata alla squadra campione d'Italia in carica e capolista. Fase di riscaldamento senza novità da segnalare. Piccinini c'è e potrebbe tornare in sestetto.

Ultime fasi di riscaldamento: Piccinini in sestetto.

1 set - botta e risposta continuo con Scandicci che prova a prendere il comando (6-4) e la Pomi che sorpassa (6-7) salvo subire la rimonta. Dominano muri e difese: chi fa meglio in contrattacco strappa e le toscane vanno sul 12-11 e poi sul 14-11 del time out Barbolini. Il rientro e' favorevole perché le centrali si fanno trovar pronte aumentando le percentuali offensive, Scandicci pasticcia e il break diventa imponente sul fendente di Kozuch che scrive il 18-23 del secondo time out Bellano (con Fiorin per Loda e Lotti per Nikolova). La Pomi dissipa un vantaggio consistente dal 20-24, va da Barbolini sul 22-24, viene ripresa sul 24-24 ma chiude con Piccinini sul 25-27.

2 set - pomi pasticciona in avvio e Scandicci subito sul 4-1 ma dal 7-4 si passa al 7-7 grazie al "reso" delle toscane ma serve che si alzi il voltaggio del servizio e della ricezione per permettere alle ospiti di passare dal 13-11 al 14-18 dei tre ace di Stevanovic e del cambio Loda-Fiorin. Scandicci torna con Pietersen sul 18-20 del time out Barbolini ma regala ancora per il 18-22 della risposta di Bellano. Il "ciapa-no" colpisce la Pomi per il 20-22 del nuovo time out Barbolini, Kozuch rientra con il 20-23 ma due errori riportano le locali sul 23-23. Kozuch vale il set point, Tirozzi chiude a muro.

3 set - il Sirressi-show di inizio set non produce effetti dato che le compagne sii scrivono alla fiera dell'errore e Tirozzi lascia il campo a Bacchi sul 7-3. La Pomi e' in blackout, Cambi e Matuszkova rilevano Lloyd e Kozuch ma il punteggio pare segnato su, 13-4. Lloyd e Kozuch rientrano presto in campo ma il set ha poco da dire sul 18-9 che di poco anticipa il 25-14.

4 set - L'inizio teso di quarto set sembra essere sciolto dal servizio di Lloyd sul5-9 con Lotti per Loda e sull'8-12 della sospensione. Qualche errore di troppo in attacco inibisce la fuga ospite sino al 14-15 dell'errore di Piccinini ma è ancora al servizio che la Pomi' costruisce il proprio tesoretto sul 15-18. Nuove sbavature e nuovo contatto 20-21. Dal 21-23 al 24-23 ora 24-25. Nikolova per il 26-25. Salsh e tie break.

5 set - Scandicci sembra averne di più, la Pomi si perde in correlazione muro-difesa e le viola volano sul 6-3. Non c'è più' partita, Scandicci scappa e non si volta più chiudendo con Pietersen un tie break perfetto.

06 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000