il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MOTONAUTICA

La Giornata più lunga

Presentata la gara organizzata dalla Mac che nel week-end assegnerà il Mondiale classe F500, l'Europeo F350 e il titolo italiano O125

La Giornata più lunga

Gilli, Virgilio, Ventura e Perri

CREMONA — Cremona capitale della motonautica. Per un week end sarà così grazie alla Mac e all’organizzazione di una manifestazione davvero spettacolare: la 43ª Giornata motonautica ‘Città di Cremona’ con mondiale classe F500, Europeo F350 e Italiano O125. Ieri la conferenza stampa di presentazione dell’evento è avvenuta direttamente sul Po. Tutti in barca, proprio dalla sede della Mac fino al Cristo a Spinadesco. Tanti gli ospiti, dal presidente del Coni Regionale Oreste Perri, a quello provinciale Achille Cotrufo, passando dai vertici della Mac, fino al Comune con l’assessore Andrea Virgilio e alla voce della motonautica Claudio Agazzi. Il primo a prendere parola è stato il presidente Mac, Giuseppe Gilli: «Questa gara per noi è un grande sforzo, ma che facciamo volentieri sia per la società che per tutta la città. Lo scorso anno ci ha dato tante soddisfazioni tra spettacolo in acqua e spettatori». Su questo tema interviene il vice Marcello Ventura: «Parliamo di oltre duemila persone che hanno affollato le rive del Po per vedere il finale del campionato del mondo. Ringraziamo l’organizzazione per il lavoro, la polizia municipale, gli sponsor e i volontari che tra sabato e domenica lavoreranno per la riuscita della manifestazione. Una manifestazione di spessore che alla Mac costa 40mila euro, che investiamo volentieri. Amiamo il Po e amiamo la concretezza più che le parole. Il fiume per noi è una risorsa importante». Oreste Perri del Coni della Lombardia: «Il grande fiume rappresenta la nostra storia e ringrazio la Mac che con questa manifestazione, e non solo, tiene vivo l’amore per il Po. Voglio assolutamente assistere a qualche spezzone di gara. I motori sono la mia passione e sentirli rombare sul Po mi fa emozionare». Il delegato provinciale Coni, Achille Cotrufo: «La valorizzazione del fiume è la cosa più importante. Un bravo a chi ha ideato questa manifestazione». L’assessore del Comune Andrea Virgilio ha parlato anche di una serie di progetti legati al Po. «Questi eventi danno il giusto valore alla Mac e sono utili per l’immagine della città. L’obiettivo è aggregare e rivitalizzare il Po. Si parla sempre di queste cose, ma poi è difficile trovare le risorse. La politica centra poco in questi casi, lo sport non ha colori. Stiamo lavorando per cercare un sistema di territorialità con Lodi e Piacenza per chiedere in regione fondi da investire». Claudio Agazzi è tra gli organizzatori e lo speaker ufficiale. «Nel mondiale avremo solo un italiano al via, Giuseppe Rossi. Saranno 16 i piloti in acqua e lo spettacolo sarà assicurato. Parliamo di catamarani velocissimi che arrivano fino a 170 all’ora. Oltre al mondiale spazio anche al campionato europeo con il piacentino Franzini che si gioca il titolo nella categoria idro. Il campionato italiano si svolgerà invece su una prova unica divisa in quattro manches con lo scarto della peggiore. Per mondiale ed europeo saranno tre le frazioni. Parliamo di tantissimi piloti italiani, tedeschi, ungheresi, slovacchi, austriaci e molti altri. Sarà l’occasione per assegnare il primo trofeo Gino Lupi al campione del mondo di formula 500; il 21esimo trofeo Sauro Bonvicini andrà al primo classificato della prova di campionato mondiale 500. Spazio anche al decimo trofeo Giorgio Massera per il campione Europeo F350, al 24esimo Achille Salomoni per il primo della prova del campionato europeo e al nono Duilio Negroni per il campione italiano».

17 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000