il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


PASTICCIO SUPERCOPPA VOLLEY

Pomì, Vanoli e Comune in riunione: ultimo tentativo di salvare l'evento

Pomì, Vanoli e Comune in riunione: ultimo tentativo di salvare l'evento

L'interno del PalaRadi di Cremona

CREMONA - Alle 15 di mercoledì 9 settembre è prevista una riunione in Comune con Pomì, Vanoli e Amministrazione. E' l'ultimo tentativo per tenere la Supercoppa di Volley a Cremona. La gara tra Pomì e Novara si giocherà sabato 10 ottobre alle 20.30.

La Juvi è l'unica squadra a giocare a Cremona nel fine settimana del 10 ottobre (ore 20.30 alla Spettacolo) mentre giocano fuori Sansebasket, Gilbertina e S.a.s. Verolanuova. Anche Under 18 elite e serie c Silver Vanoli sono impegnate in trasferta. La soluzione, se si volesse, si potrebbe trovare. In serata il comunicato ufficiale.

Sulla questione del PalaRadi è intervenuto anche Marcello Ventura (An - Fratelli d'Italia). "Apprendo con stupore dell'ennesima figuraccia che questa amministrazione con il suo sindaco ha fatto nei confronti della Pomì, della Federazione Pallavolo, degli sportivi cremonesi e dell'Italia intera - attacca subito Ventura - non si può prima dare e poi a distanza di 1 ora negare un palazzetto o peggio ancora mettere in condizione la Pomì di non accettare con delle richieste assurde. Partiamo dal presupposto che il Palazzetto è di proprietà del Comune e che la Vanoli ha una convenzione nella quale vi è un articolo che permette al Comune di utilizzare il palazzetto in caso di bisogno, sempre. Ora mi chiedo se non si poteva far valere questo articolo con la Vanoli visto che non si doveva spostare una partita di calendario, ma semplicemente un allenamento. Abbiamo altre palestre a Cremona (Spettacolo per citarne una) dove poteva essere spostato o poteva anche essere svolto a Soncino nel palazzetto del sig. Vanoli (ma su questo non entro nel merito). Rimarco ancora una volta che siamo gestiti da incompetenti, a cascata partendo dal sindaco. Se non si voleva far giocare la Supercoppa a Cremona, il sindaco poteva dirlo subito senza perdere tempo e senza illudere nessuno. Sarebbe stato pù coerente e figure non ne avrebbe fatto. Ora cosa dovrebbe fare la Pomì? Sicuramente cercarsi un altro palazzetto e se lo facesse anche per il campionato sarebbe la logica conseguenza. Ancora una volta abbiamo perso la faccia e la possibilità di una visibilità totale a livello italiano con 4000 persone che avrebbero volentieri seguito una partita di caratura eccezionale. Il sindaco dice 'stiamo facendo il massimo nel rispetto di tutti quanti'. Questo sarebbe il rispetto? Per me rispetto non vuol dire prendere in giro. E in tutte le città dove convivono più squadre ad alto livello come fanno? Forse usano la volontà di trovare la soluzione, al contrario di quanto fatto a Cremona in questa occasione. Ripeto che se ci fosse stata la volontà di far giocare la Supercoppa, l'articolo della covenzione parla chiaro: il Comune può quando lo ritiene opportuno utilizzare il palazzetto in quanto proprietario. In questo caso negligenza e cattiva volontà l'hanno fatta da padroni. Bravo Sindaco!!! Speriamo che ci sia un'ultima scappatoia perché si giochi a Cremona, ma se anche così fosse, la figuraccia rimediata resta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000