il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIO SERIE D

Pergo e Falchi in passerella

Dopo anni la società gialloblu torna a presentarsi alla città: hanno sfilato tutte le squadre. Prima la messa in cattedrale e poi il bagno di folla con la soubrette. Il sindaco Bonaldi: 'Bellissima festa di sport'

Pergo e Falchi in passerella

La Pergolettese sul palco con Anna Falchi

CREMA - Tra il sacro e il profano. Come si conviene ad uno sport che è anche fede e passione. Travolgente, come l’onda gialloblù che si è riversata nella serata di venerdì 28 agosto in piazza Duomo per la presentazione della Pergolettese. L’abbraccio con la città è stato di quelli che scaldano il cuore, perchè era da anni che mancava all’appello. Dopo la messa celebrata da don Emilio Lingiardi, parroco della cattedrale, è toccato alle curve di Anna Falchi fare scopa con la curva sud. Entrambe da far ribollire il sangue. La soubrette si è fatta attendere, ma alla fine si è fatta perdonare calandosi con partecipazione nell’emozione collettiva. Sul palco vestito a festa di giallo e di blu, sono sfilate per prime tutte le squadre dell’Accademia Pergolettese e dell’attività agonistica: 200 giovani con un sogno nel cuore, come quello impresso sulle loro maglie. A presentarle è stato il responsabile Marco Anelli, affiancato da Fulvio Riceputi e Cristian Oneda. «Siamo sotto il Duomo, fulcro della città, perchè noi siamo la squadra di questa città» — ha affermato Anelli, prima di presentare le società gemellate Alba Crema, Pizzighettone e Ripaltese. Nel clima di stordimento collettivo si è inserito il discorso del sindaco Stefania Bonaldi: «Stasera Crema è gialloblù e celebra una festa sportiva. In previsione di Crema città europea dello sport 2016, la Pergolettese sarà testimonial dello sport per tutti e rappresenterà i valori di sacrificio e disciplina». Aldo Bertolotti avrebbe detto «coraggio e battaglia», ma va bene lo stesso. Al primo cittadino è stata donata la nuova maglia: gialla con righe sottili verticali blu e maniche blu, sponsorizzata da Gagà Orologi Milano. La divisa da trasferta sarà invece verde, l’unione del giallo e del blu, rossa quella del portiere. Tra musica da discoteca e cori da stadio, la biondissima Falchi, stretta nel suo abitino nero, ha poi chiamato uno a uno, insieme a Walter Pellegrini, tutti i calciatori della prima squadra, lo staff tecnico guidato dall’allenatore Alessio Tacchinardi e i preziosi collaboratori. La verve della soubrette e l’adrenalina che ha irrorato la piazza hanno tenuto incollato un pubblico mai così numeroso, neppure nelle stagioni migliori del club. La passerella finale è toccata giustamente a chi permette che ogni anno la palla si rimetta in gioco: al patron Cesare Fogliazza, a sua moglie Anna Micheli e al nipote e presidente Andrea Micheli. Il battesimo di don Emilio sarà il viatico per una Pergolettese che i suoi tifosi vorrebbero da sogno. E come non sognare con una madrina come Anna Falchi...

29 Agosto 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000