il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE

Pomì, abbonamenti alla grande

Dopo il primo giorno vendute 677 tessere, mentre la squadra si allena alla Baslenga agli ordini di coach Barbolini

Pomì, abbonamenti alla grande

L'allenamento della Pomì alla Baslenga

CASALMAGGIORE — Dopo il primo giorno di vendita libera sono 677 gli abbonamenti complessivi (comprensivi dei rinnovi dei primi 2 giorni) sottoscritti. Gli abbonati hanno preferito l'online alla vendita diretta e le tribune numerate rispetto a curva e gradinata; notevole il successo dell'opzione famiglia. La società ha comunque deciso di aprire gli sportelli di Pala Baslenga e PalaRadi anche mercoledì 2 settembre e sabato 5 settembre negli stessi orari per permettere agli indecisi di sottoscrivere la tessera. Se Valentina Tirozzi tiene alto il nome della Pomì Casalmaggiore in azzurro, non è da meno Carlotta Cambi che dopo il mondiale Under 23 disputato da protagonista (l'Italia ha chiuso sesta) è attesa dalla rassegna iridata Under 20 (selezione che comprende anche Anastasia Guerra che ha cartellino Pomì) con tanti buoni propositi ed una dose di spensieratezza necessaria per raggiungere i grandi traguardi.

«Il mondiale Under 23 è stato importante – attacca la palleggiatrice di San Miniato – perché pur essendo un gruppo sotto età (sostanzialmente già Under 20) abbiamo disputato una buon torneo pur avendo il rammarico per una finale 5° posto che potevamo fare nostra. E' stato utile anche per il mondiale che andiamo ad affrontare». Com’è la situazione a due settimane dal primo match dei mondiali in Portorico? «Mi sono riposata un po’ a casa, con la mia famiglia, anche perché non ho avuto molto tempo. C’è molta voglia, tutto il gruppo è consapevole di potersi giocare carte importanti perché abbiamo visto la qualità delle nostre avversarie e sappiamo che il nostro gruppo, (‘96/’97) integrato con le ragazze che han vinto l'Under 18 non ha nulla da temere». C’è anche un po’ di pressione dopo il successo delle Under 18? «C'è sempre stata pressione perché questo gruppo è sempre stato ritenuto molto promettente. Non abbiamo raccolto molto, motivo per il quale affrontiamo questo torneo senza pensarci troppo». Dividerai la cabina di regia con Alessia Orro, iridata Under 18 e già nel giro della nazionale maggiore. Rivalità? «Assolutamente. Alessia è una ragazza fantastica e ci siamo sempre aiutate. C'è un rapporto di amicizia vero, dentro e fuori dal campo e sarà così anche in Portorico». Sarà più difficile confrontarsi con un mondiale con tante attese o allenarsi con gente come Piccinini e Kozuch? «Senza dubbio allenarsi con Piccinini e Kozuch. Con la nazionale gioco da 4 anni, è un gruppo che conosco bene e c'è confidenza. Con la Pomì sarà tutto nuovo e arriverò tardi». A proposito, quanto ti dispiace non essere parte del gruppo da subito e quando arriverai a Casalmaggiore? «Mi dispiace molto perché so quanto sia importante creare il gruppo sin dal ritiro. Però non sono l'unica e questo mi consola un po'. Mi sono sentita con Barbolini e, se non ci sono problemi fisici, tornando il 20 settembre da Portorico conto di essere a Casalmaggiore il 21. Non voglio perdere tempo, c'è la Supercoppa che incombe».

27 Agosto 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000