il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIO TIM CUP

Cremo, il derby di Brescia per dare il via alla stagione

I grigiorossi in campo alle 20.30 allo stadio Rigamonti contro le 'rondinelle', in palio il passaggio del turno

Cremonese

Il mister grigiorosso Fulvio Pea

CREMONA - Signori in carrozza, si parte. Il viaggio della nuova Cremonese prende il via questa sera (domenica 2 agosto) da Brescia, il treno grigiorosso scalda i motori con la Tim Cup. Sarà una lunga corsa che si snoderà da agosto a maggio (o giugno) del prossimo anno, attraverso la Tim Cup, il campionato e la Coppa Italia di Lega Pro. Un treno lanciato (così si spera) per raggiungere una stazione sognata da otto anni, quella che apre le porte della serie B. Si parte dal vecchio Rigamonti (ore 20,30) contro le ‘rondinelle’, precipitate (non solo per colpa loro) in Lega Pro, ma quasi certe del ripescaggio fra i cadetti. Il Brescia attende solo il parere favorevole della Federcalcio ma tutte le indicazioni danno per ripescate Brescia, Entella e forse Ascoli. decisioni che faranno di nuovo disegnare componenti e gironi della Lega Pro. La Cremonese, per la prima volta dopo tanti anni, gioca la prima di Tim Cup in trasferta. Ha pesato l’ottavo posto nella classifica finale della passata stagione. In campo una Cremonese ancora in fase di costruzione (mancano un regista ed un attaccante) e con qualche problema di organico. Sono infatti fuori per infortunio Gambaretti, Zieleniecki, Ciccone e Benedetti. Manca il nuovo arrivo Djiby, appena aggregatosi al gruppo. E non ci saranno ovviamente i partenti Jadid, Campagna e Palermo. Il nuovo allenatore grigiorosso Fulvio Pea comunque ha lavorato moltissimo su una squadra che per scelta non ha ‘prime donne’ ma tanti giocatori con lo stomaco vuoto. Il tecnico di Casalpusterlengo ha modellato il gruppo sui principi di lavoro, sacrificio e voglia di lottare. Il Brescia è sicuramente più forte della Cremonese, ma in campo aspettiamoci una squadra che sputa sangue dall’inizio alla fine della gara. Che è secca, se al 90’ le squadre saranno ancora in parità si giocheranno due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno e, in caso di ulteriore parità, il passaggio di turno si deciderà ai rigori. Chi vince domenica prossima sarà di scena al Picco in casa dello Spezia di serie B. La Cremonese si presenta a Brescia con un centrocampo d’emergenza, senza il direttore d’orchestra. Difesa a tre con Marconi, Briganti e Zullo davanti al portiere Ravaglia; centrocampo a cinque con Gulglielmotti a destra e Crialese a sinistra, in mezzo Moroni, Gargiulo e Bianchi; in attacco Brighenti e Forte. Nell’agosto 2012 la Cremonese eliminò il Brescia in Tim Cup ai supplementari 1-2 con un calcio di rigore ‘a cucchiaio’ di Filippini dopo il gol di Fietta.

02 Agosto 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000