il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE

Grandi emozioni da ricordare

Presentato a Casalmaggiore il libro 'Uno scudetto rosa shocking' dedicato alla conquista del titolo italiano

Grandi emozioni da ricordare

La presentazione del libro

CASALMAGGIORE — La conferenza stampa di presentazione del libro «Uno scudetto rosa shocking» non è tanto la premiere di un’iniziativa editoriale nata quasi come una follia e divenuta realtà in meno di venti giorni. E’ una rievocazione dello scudetto, un modo per ritrovarsi, ad un mese di distanza, per capire la portata di un’impresa che forse domenica 14 giugno più che nell’immediato dopo-partita di gara 5 ha assunto le sue reali dimensioni. L’atmosfera nella sede Avis di Casalmaggiore si è riempita di ricordi, di evocazioni quasi nostalgiche che hanno fatto venire gli occhi lucidi a molti dei 400 appassionati presenti all’evento. Eppure, tutto questo affetto cresciuto a dismisura di pari passo con i risultati e con il trasferimento a Cremona, ufficialmente, è ancora senza casa. Almeno per la Champions League. Va detto che le quotazioni di Cremona sono sempre le più alte e che il lavoro per trovare un’intesa tra Comune, Pomì e Vanoli è consistente. Ma manca la fumata bianca e, di questi tempi, non è una questione di dettagli. Serve risolvere delle problematiche tecniche (adeguarsi alle necessità dei regolamenti Cev) per le quali servono adattamenti che richiedono il placet comunale, e delle questioni logistiche perchè la Pomì, come già ribadito, non vuole sentirsi ospite indesiderata nell’impianto cremonese portando in dote scudetto e Champions League. Il tutto in un panorama, quello cittadino, che deve poi incastrare le esigenze negli impianti a disposizione. Mantova e Parma restano alla finestra, Montichiari è stato fatto omologare per la Champions ma tutti tifano e confidano che sia ancora il palaRadi la casa della Pomì.

Ecco perché la presentazione, avvenuta in un clima che ha riproposto con forza le emozioni del cammino trionfale, assume ruolo non secondario in questo scenario. Alberto Brandi, direttore di Sport Mediaset, ha fatto gli onori di casa raccontando come, per mano delle figlie e della moglie ex pallavolista, si sia avvicinato alla pallavolo e dopo l’epopea di Villa Cortese abbia ritrovato nella Pomì una favola in cui credere. Giovanni Gardani, curatore del volume, ha riassunto la genesi e lo sviluppo di quello che è stato definito ‘secondo scudetto’ prima che la parola passasse agli autori. Tra una battuta e l’altra è venuto il momento delle ‘sorprese’: Davide Mazzanti (per lui una standing ovation commovente di oltre 3 minuti), Serena Ortolani, Alessia Gennari e Marika Bianchini. Tutti protagonisti con le valigie in mano, quasi che per loro il congedo dovesse avvenire in una cornice degna di quanto fatto in maglia rosa. Emozioni e brividi mentre la voce perde qualche sillaba e la salivazione scarseggia. A chiudere il cerchio ci hanno pensato il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni ed il presidente della VBC Massimo Boselli Botturi. «Ci siamo chiesti se fosse successo davvero e allora abbiamo voluto metterlo nero su bianco. Adesso che l’impresa è fissata in un libro possiamo davvero crederci». Il volume, al costo di 12 euro, sarà disponibile nelle edicole di Cremona, Viadana e Casalmaggiore mentre è prevista una seconda presentazione a Cremona, verosimilmente giovedì 25 o venerdì 26 giugno. Che sia quella l’occasione per suggellare l’accordo raggiunto e per annunciare che la Pomì giocherà al palaRadi il prossimo campionato e la prossima Champions League?

15 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000