il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MOTORI

Dakar, i Cabini superano il temibile deserto di Atacama

Quinta tappa dei raid sudamericano: i cremaschi e Verzelletti sono giunti tardissimo al bivacco e sono dovuti ripartire dopo un'ora scarsa di sonno

Dakar, i Cabini superano il temibile deserto di Atacama

Il camion con i Cabini e Verzelletti alla Dakar

ANTOFAGASTA (Chile) - Il camion Mercedes Unimog numero 545 non si era ancora raffreddato, che il cremasco Antonio Cabini, suo nipote Jacopo e il copilota bergamasco Giulio Verzelletti son dovuti subito risalirci per iniziare la nuova tappa. I tre raiders sono riusciti a dormire un’oretta scarsa dopo essere arrivati tardissimo al bivacco, complici le grandi difficoltà a superare le dune del temibile deserto di Atacama.

 

La quinta tappa della Dakar è stata tra le più impegnative del raid di quest’anno. La carovana dei partecipanti è andata da Copiapo a Antofagasta per un totale di 697 chilometri. La prova speciale di 458 chilometri, comune questa volta a tutte le categorie, è stata la più lunga dell’edizione 2015 e si è snodata ancora in Cile. In avvio le piste veloci hanno favorito i piloti più arditi. A seguire c’è stato un tratto di fesh-fesh indigesto. La navigazione ha fatto la differenza, per la presenza di molte piste parallele ed incrociate che portavano ad Antofagasta. Il camion dei Cabini è ancora intorno alla 40esima posizione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Gennaio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000