il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


VOLLEY FEMMINILE, MONDIALE

Pomì Casalmaggiore - Eczacibasi Istanbul 0-3 (17-25;18-25;15-25)

Sconfitta pesante per la Pomì che domani deve vincere con il Rexona per proseguire nel torneo

Formazione Mondiale

La Pomì in campo a Manila

MANILA - Potremmo tranquillamente chiamarla lezione di volley. L'esordio della Pomì Casalmaggiore è stato un autentico shock con l'Eczacibasi che ha liquidato la pratica in poco più di un'ora dimostrando alla formazione di Caprara quali sono gli standard attuali delle formazioni più forti al mondo. Difficile capire in che percentuale la sconfitta della Pomì dipenda dai meriti dell'avversario o dai propri demeriti. Di certo c'è che, fortunatamente, di Eczacibasi ce n'è uno solo e che già domani (ore 13.30, diretta Raisport) il Rexona è avversario più abbordabile contro il quale non è ammesso l'errore: perdere domani vorrebbe dire abbandonare i sogni di gloria.

CRONACA - Capitan Tirozzi stringe i denti e affianca Bosetti in posto 4. Nessun forfait per Massimo Barbolini che manda in campo il proprio "dream team" in sestetto tipo. Scarsa l'affluenza di pubblico al The Mall of Asia (300 persone per il primo match) che ha già assistito al 3-1 del Vakifbank sull'Hisamitsu Springs (28 punti per Zhu) e al 3-0 del Volero Zurigo sul Bangkok Glass (20 punti per Rykhliuk).

1 set - è subito partenza thrilling con un tocco evidente di Thaisa su Tirozzi (mignolo) che il check chiamato da Caprara mostra ma inspiegabilmente l'arbitro converte lanciando il 4-1 Eczacibasi. La Pomì non si disunisce e sulla palla out di Boskovic è già a contatto (4-5) ma all'ennesima incertezza arbitrale l'Eczacibasi tenta la nuova fuga sul 6-10. Il muro subito da Tirozzi segna il passo di una rotazione con poche fortune offensive e ferma i giochi sul 7-12 ma il turno in battuta di Gibbemeyer, nonostante Barbolini rinforzi la seconda linea con l'ingresso del secondo libero, riporta sotto la Pomì sino all'11-13 del time out turco. La Pomì trova l'aggancio sul 13-13 ma fatica a tenere il passo e Caprara è costretto a fermare i giochi sul 14-17. Tirozzi sembra evidenziare la sofferenza e solo un tocco di LLoyd muove il tabellone per il 16-21 prima che il servizio di Boskovic firmi il 16-24 che anticipa il 17-25 dell'1-0 turco.

2 set - la Pomì sembra aver accusato l'allungo finale dell'Eczacibasi e subisce l'avvio veemente delle turche senza opporre resistenza. Il 5-0 griffato Boskovic sembra una mezza sentenza anche perchè non basta una fiammata di Tirozzi per arginare la mareggiata turca che sul 3-8 forza il time out Caprara. Il muro fatica a leggere il gioco di Ognjenovic e la ricezione stacca spesso LLoyd da rete ma nonostante le difficoltà la Pomì trova la forza per risalire sino al 10-12 del muro di Gibbemeyer su Kosheleva che induce Barbolini al time out. Kosheleva e socie sembrano sempre avere il controllo del match con la Pomì che fatica a tenere il ritmo ma non demorde e resta a -2 sul 14-16 di Tirozzi. Bosetti firma il 16-17 ma Stevanovic pecca di ingenuità con il "tetto" che lancia l'Eczacibasi sino al 16-20 del time out Caprara. La Pomì è ormai fuori dal set e l'ennesimo muro subito da Bosetti cui fa seguito quello subito da Fabris che archivia il 18-25 del 2-0 turco.

3 set - Bosetti continua a litigare col muro avversario e passa la paletta a Guerra sull'1-3 mentre Gibertini rileva Sirressi sul 2-4 nel tentativo di dare una svolta ad un match che pare già avviato all'epilogo. La Pomì dà qualche scossone ma l'Eczacibasi è un rullo che macina gioco pescando il check corretto per il 5-9. Guerra dà sostanza all'attacco "rosa" sino all'8-11 prima di subire il muro dell'8-13 che manda Peric in campo per Lloyd. Esaurita la verve offensiva dell'ex Club Italia la Pomì non trova il filo del discorso nemmeno con ricezione facile e palla in mano; il primo tempo out di Gibbemeyer porta le squadre in panchina sul 10-16. Boskovic al servizio banchetta sui resti della Pomì ormai fuori dal campo (con Lloyd rientrata per Peric) con gli errori di Fabris e Stevanovic a spianare la strada ad un 3-0 pesantissimo ma mai parso più giusto. Thaisa manda agli archivi il 15-25 che chiude i discorsi.

Pomì Casalmaggiore: Fabris 7, Tirozzi 6, Gibbemeyer 4, Bosetti 4, Stevanovic 4, Guerra 3, LLoyd 2, Peric 1, Sirressi L, Gibertini L. N.e.: Susic, Bacchi, Turlea. All. Caprara.

Eczacibasi Istanbul: Boskovic 18, Thaisa 9, Kosheleva 8, Larson 7, Adams 7, Ognjenovic 3, Kuzubasioglu L, Akoz, Kilicli. N.e.: Baladin, Ozdemir, Yilmaz, Arisan, Demir. All. Barbolini.

19 Ottobre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000