il network

Martedì 20 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Giovani che si mettono in gioco: l'esperienza dei ragazzi cremonesi alla GMG

Giovani che si mettono in gioco: l'esperienza dei ragazzi cremonesi alla GMG

E’ stato un lungo viaggio, quello che da Cremona ha portato centoventicinque ragazzi da tutta la diocesi ad immergersi per ben due settimane della vita polacca alla volta della trentunesima Giornata Mondiale della gioventù, tenutasi quest’anno in Polonia.

Creata da Giovanni Paolo II e rivolta ai giovani cattolici di tutte le nazioni, la GMG è un raduno che offre un’occasione di spiritualità e cultura a tutti coloro che scelgono di intraprendere il viaggio. Nella prima tappa del pellegrinaggio, il paese di Pogrzebieniu (Polonia), i giovani sono stati accolti calorosamente dalla comunità locale, che per quella settimana sarebbe diventata la loro famiglia. In un’atmosfera festosa si sono immersi nello spirito della GMG con i loro amici polacchi che, con grande entusiasmo e generosità, li hanno ospitati e fatti sentire a casa. Raggiunti nella seconda tappa (il paese di Wola Batorska) dai coetanei cremonesi partiti nel secondo turno, i ragazzi sono di nuovo stati ospitati da diverse famiglie, liete di accoglierli nelle loro case.

Italiani e polacchi hanno condiviso quest’occasione di preghiera incentrata sulla misericordia, tema centrale del Giubileo straordinario indetto dal Papa che ricorre quest’anno. E proprio con l’incontro con Papa Francesco al Campus Misericordiae, con una veglia e una Messa, si è concluso il pellegrinaggio di quest’anno, che ricorrerà nel 2019 a Panama.

Con ancora fresca la provocazione del Papa, i ragazzi si sono avviati sulla strada di casa, pronti a mettere in pratica quello che avevano appena ascoltato: non essere “giovani-divano” ma giovani con gli scarponi, giovani che si mettono in gioco.

25 Agosto 2016