il network

Mercoledì 23 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


Un sogno diventato realtà

Giuseppe Chiavaro e il sogno di una vita

Un sogno diventato realtà

Disegno: Mariavittoria Mantovani

CREMONA - Giuseppe Chiavaro, eccellenza italiana del ballo, torna al Teatro Ponchielli dopo aver fatto tappa nei migliori teatri europei. Non è però tornato nelle stesse vesti dell’ultima volta; se nel 2009 si era presentato come il primo ballerino del Malandain Ballet, oggi ne è il maitre du ballet. Dalla collaborazione con il coreografo Thierry Malandain è nata una nuova versione della più volte rivisitata fiaba di Cenerentola. Dopo un’intensa lezione di danza classica, l’artista ha incontrato nel foyer del teatro l’affezionato pubblico cremonese. I presenti hanno avuto l’onore di ascoltare il racconto della sua esperienza artistica ed umana. Avvicinatosi alla danza all’età di dieci anni, a dodici si distingue già per il suo considerevole talento, che spinge le sue insegnanti ad iscriverlo, a sua insaputa, ad un concorso. La vittoria gli apre le porte del Centro di Danza Internazionale di Cannes, dove incontra Josè Ferrand, maitre du ballet che gli insegna la “danza con la d maiuscola”. Capisce che quella del ballerino sarebbe stata la sua strada quando, all’età di sedici anni, gli viene assegnata una borsa di studio all’Opera di Parigi. Il punto di svolta è l’ammissione nel Malandain Ballet, che dal 1998 lo vede protagonista di numerosi spettacoli. Parecchi ruoli sono stati cuciti appositamente su di lui, tra i tanti quello che preferisce in assoluto è quello di Romeo, regalatogli da Malandain come omaggio di fine carriera. Non decide però di abbandonare la compagnia; nel 2012 infatti ne diventa maitre du ballet. Inizialmente l’impatto è strano, quelli che poco tempo prima erano colleghi, sono ora allievi. Nonostante ami il suo lavoro attuale, preferiva il ruolo del ballerino: “Tutto ciò che viene dopo non sarà mai all’altezza, essere ballerino è stato il sogno della mia vita”. Concludendo ha voluto focalizzare l’attenzione sul messaggio del balletto: molte volte le storie per bambini celano significati difficili da interpretare, ma profondi; in questo caso Cenerentola vuole trasmettere un forte messaggio di speranza, che spinge a seguire i propri sogni.

25 Maggio 2016