il network

Lunedì 24 Aprile 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


Impresa Pomì, ribalta il 3-1 e vola in finale

Impresa Pomì, ribalta il 3-1 e vola in finale

Una fase di Pomì Casalmaggiore-Ornavasso

VIADANA - Serviva un’impresa? La Pomì ha fatto molto di più. Ha vinto, stravinto e convinto. 3-0, e tutti a Varese dove il 17 marzo di giocherà la finale di Coppa Italia. Clima da mercoledì di Coppa: tensione, cori e carica emotiva. Cuello e Bellano non giocano a nascondino e mandano in campo i sestetti collaudati.
L’approccio sembra quello buono, intriso d’intensità e cattive intenzioni. Il muro mette mano ovunque, Zago finalizza e Nardini intima a Minati i precetti: 8-5 al primo time out tecnico. Ornavasso è in apnea e solo un punto fortunoso di Loda muove il tabellone prima che il muro di Repice valga il 10-6 del time out Bellano. La capolista sembra un pugile all’angolo e il gancio suonato da Corna a muro sul 13-7 impone a Bellano di esaurire i time out prima di metà parziale. Dopo una fase di stallo, comunque favorevole alla Pomì, è Zago a prendersi la scena con due aces allunga le "rosa" sul 20-12. Un paio di imperfezioni in seconda linea agevolano il parziale rientro delle "api" e Cuello mette le mani a T sul 22-16: pura precauzione perchè al rientro la Pomì chiude i conti con Beier sul 25-18. Pronti via e due stampate decise valgono il 2-0. Ornavasso approfitta di un paio di indecisioni per rientrare (2-2) ma non ha fatto i conti con Valentina Zago: muro, bordate a tutto braccio e aces. Sull’8-4 del time out 5 punti portano la sua firma. E’ una Pomì che può fermarsi solo con le proprie mani, ci prova (11-9) con un paio di ingenuità, ma appena torna in carreggiata è una delizia. Beier abusa del muro per il 16-11 della sospensione. Senkova rileva Minati ma è Salvi a trascinare "Orna" al -3 (17-14) del time out Cuello. Mossetti rileva Loda per dar quadratura alla seconda linea piemontese ma la Pomì annienta l’attacco ospite e vola sul 20-15 del time out Bellano. Bacchi non entra in partita e un paio di conversioni mancate dal capitano riportano le giallonere a contatto sul 21-18. Poco male perchè poi è solo Pomì. Le api non pungono e Corna gira il 25-18 del 2-0. Nemmeno il tifoso più ottimista poteva azzardare uno scenario migliore. Guai a dare per morta Ornavasso. E infatti. Moneta centra il primo vantaggio ospite. Servono due muri di Repice per agganciare e un tocco sopraffino di Bacchi per metter la freccia sull’8-7. Al rientro Repice rispedisce al mittente il siluro di Loda e Beier rincara la dose con l’ace che induce Bellano a chiamar time out sul 10-7. Spaesate le piemontesi sembrano crollare quando dopo un punto di Minati l’arbitro rivede la propria decisione rinvenendo un fallo (seconda linea) ed invertendo la segnatura. La Pomì va sul 13-7 e Bellano finisce i time out. Nel momento in cui servirebbe assestare il colpo del ko Zago sparisce subendo tre muri e riportando le ospiti a -2 prima che Nardini fissi il 16-13 della sospensione. Tasca perde la testa sul pallone chiamato out a Minati e viene espulsa ma la Pomì pare non voler infierire. Un paio di scambi col fiato sospeso poi Zago si sblocca e con due ace tira la fuga sul 22-15. Le rosa non chiudono e Cuello chiama time out sul 22-17. Repice invade quando la finale pareva già lì e sul 23-20 è ancora time out Cuello. Repice si riscatta, regala 4 match point e al secondo il capitano manda in tripudio il palaFarina. In finale di coppa ci va la Pomì.

21 Febbraio 2013