il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Malore in casa, vani i soccorsi: 53enne muore a Vicomoscano

Ospedale oglio po

L'ospedale Oglio Po

CASALMAGGIORE (Vicomoscano) - Un malore improvviso e la perdita di coscienza: i famigliari cercano di contattarla ma quando riescono a dare l’allarme al 118 è ormai troppo tardi. Una 53enne operaia è morta in casa sabato 30 luglio intorno a mezzogiorno nonostante il disperato tentativo dei soccorritori di rianimarla. Ora la salma si trova nella camera mortuaria dell’ospedale Oglio Po in attesa dell’autopsia disposta dal pm Francesco Messina.

A quanto si è appreso, la donna, sposata con un figlio, non dava risposta alle chiamate dei famigliari che giunti a casa l’hanno trovata priva di coscienza. Subito è scattato l’allarme e dopo qualche minuto nell’abitazione di Vicomoscano sono arrivati i soccorritori con l’automedica. Disperato, come detto, il tentativo di rianimazione che non ha dato i frutti sperati. Il cuore della 53enne aveva già cessato di battere e non è stato possibile rianimarla. Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Casalmaggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

01 Agosto 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000