il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A1

Nordmeccanica Piacenza - Pomì Casalmaggiore 3-1 (25-22; 25-22; 20-25; 25-19)

Turno infrasettimanale: Pomì-Montichiari ore 20.30

Le ragazze della Pomì Casalmaggiore

Brutto ko per la Pomì Casalmaggiore parsa poco lucida nel derby del Po con Piacenza. le emiliane non hanno tradito alcuna stanchezza dopo la trasferta di Kazan tenendo il pallino del gioco per ampi tratti del match. Ora il secondo posto diventa una chimera mentre il PalaBanca resta tabù.

1 set - regna l'equilibrio in campo con minimi vantaggi da una parte e dall'altra e con le centrali poco chiamate in causa. A far la differenza è un gran avvio di Tirozzi che con un paio di colpi magistrali e con l'ace porta la Pomì sul 10-12 della sospensione. Piacenza fatica a cambiar palla e regala qualcosa di troppo in battuta propiziando il tentativo di fuga "rosa" sul 14-18 del time out Gaspari ma appena la Pomì allenta la presa ecco che il servizio di Bianchini (entrata in battuta) punge per il 17-19 della replica di Barbolini. La Pomì resta piantata in P4 senza trovare rimedio in cambio palla sino all'appoggio errato di Stevanovic che propizia il 21-20 di Belien. Lloyd perde la bussola, Meijners trova il nastro benevolo dal servizio e Barbolini esaurisce i time out sul 23-21 ma non c'è rimedio al black out casalese e il fendente di Sorokaite trova ancora impreparato il muro di Stevanovic per il 25-22.

2 set - Piacenza torna in campo rinfrancata dal bel finale di set mentre la Pomì fatica in avvio prima di trovare gli aces di Tirozzi e Stevanovic per il vantaggio sul 6-5. Piacenza ha molto da Meijners e Sorokaite ma concede alla Pomì il varco regalando qualche errore di troppo in grado di mandare le "rosa" da Barbolini sull'11-12. Kozuch prova a suonare la carica per l'11-14 ma le ospiti non riescono a tenere il vantaggio riprese presto da una Piacenza che non pare risentire dei postumi della trasferta russa e sorpassa sul 16-15. Lloyd fatica a dare respiro ai propri attaccanti spesso "toccati" dal muro avversario mentre Ognjenovic giostra a piacere i propri per il 20-18 di Sorokaite e quando Marcon trova il tocco del muro ospite Barbolini ferma il match mettendo le mani a T. Una difesa vale il rientro sul 21-20 che vale il time out Gaspari ma Piccinini sbaglia male dai nove metri e sul cambio palla successivo Kozuch subisce il muro che vale il 24-21 e anticipa il 25-22 del tocco di Ognjenovic.

3 set - ora o mai più, questo il motto delle tricolori che, trascinate da Tirozzi, provano ad invertire la rotta sul 2-6 del time out Gaspari. Meijners scherza il muro da posto 4 e Piacenza torna sul 7-9 ma l'ace di Tirozzi e l'invasione riscrive il massimo vantaggio ospite sul 10-15. Il muro a uno di Lloyd su Sorokaite chiude il 5-0 di parziale con Melandri e Bianchini per Belien e l'italo-lituana quando il tabellone recita 11-17. Proprio l'ex di turno prova a ricucire lo strappo con un punto e due aces che dal 13-20 portano al 16-20 del time out Barbolini ed è solo con un muro sulla toscana che la Pomì si toglie dalla P1 sul 17-21. L'attacco fatica ma a piccoli passi le tricolori si avvicinano a quota 25 ma hanno bisogno di un altro pit stop sul 20-23 dell'invasione di Kozuch. E' il muro a sopperire alle carestie offensive scrivendo il 20-24 ed il 20-25 che tengono aperto il match.

4 set - l'augurio che il set vinto dia nuova linfa alla Pomì ma l'avvio è di segno opposto con Piacenza orchestrata magistralmente da Ognjenovic e che tra muro e difese straordinari di Leonardi lascia alla Pomì il minimo indispensabile sino al 9-6. Per trovare un attacco pulito della Pomì bisogna compiere uno sforzo mnemonico ma nonostante le "rosa" non siano brillantissime la sospensione arriva a distanze immutate sul 12-9. Piacenza ingrana la marcia superiore mentre nella metà campo casalese regna il caos e l'ace di Marcon chiude i conti sul 25-9.

13 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000