il network

Martedì 23 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Diritto di critica, le premiazioni al Ponchielli

Svelati i nomi degli studenti vincitori che si sono cimentati nel ruolo di cronisti teatrali

Diritto di critica, le premiazioni al Ponchielli

CREMONA (17 aprile 2019) - È stato come sempre un appuntamento gioioso quello che ieri pomeriggio, nel foyer del Ponchielli, ha salutato le premiazioni di Diritto di critica. L’iniziativa, nata da un’idea congiunta del teatro e del giornale La Provincia, ha festeggiato il settimo anno di vita, estendendo la possibilità di trasformarsi in critici teatrali anche ai giovani spettatori dell’opera, della concertistica, della danza, e non più solo della prosa. Al concorso si sono iscritti quasi centocinquanta ragazzi, qualcuno si è perso per strada, ma anche quest’anno la scommessa è stata vinta e gli studenti hanno dimostrato di saper affrontare anche spettacoli complessi. È quanto è stato evidenziato dai componenti le diverse giurie: Angela Cauzzi, sovrintendente del teatro Ponchielli, Marco Bencivenga, direttore del giornale La Provincia, Enrico Marcotti, vice presidente dell’Associazione nazionale critici teatrali, Lorenzo Del Pecchia (segreteria artistica del teatro), Barbara Caffi, Nicola Arrigoni e Roberto Codazzi de La Provincia, sostenuti nel lavoro di revisione dei testi da Paola Coelli, Laura Seroni e Barbara Sozzi. Alle premiazioni ha partecipato anche la vicesindaco Maura Ruggeri, che ha sottolineato anche l’impegno e il sostegno delle scuole e degli insegnanti.
L’impegno per i ragazzi è stato notevole. Non solo dovevano vedere un numero minimo di rappresentazioni, ma scrivere gli articoli entro un tempo limitato e con un numero di battute definito. Come funzione nei giornali, insomma, ma come a scuola non si fa quasi mai. Eppure, gli studenti non si sono lasciati scoraggiare. Anzi, dalle loro recensioni è emersa spesso una sorprendente abilità di giudizio e una buona fluidità di scrittura. Se ne possono accorgere anche i lettori, leggendo le recensioni in queste pagine. Ci sono stati dei vincitori, è vero, ma nessuno sconfitto. In un momento in cui la velocità della rete impone di esprimersi attraverso il ‘mi piace’ o il ‘non mi piace’, questi giovanissimi hanno dimostrato di riuscire ad argomentare il loro giudizio, di decifrare trame e regie complesse, di individuare particolarità nell’esecuzione di un cantante o di un danzatore. Un grande plauso va anche a chi ha partecipato senza avere neppure una menzione: non vogliamo che la vivano come una sconfitta, ma come un incoraggiamento per il futuro e soprattutto come un’occasione di crescita personale. Hanno saputo mettersi in gioco e questo è di per sé positivo. Gli studenti premiati: Lucia Vecchia, Charen de Carolis, Andrea Stoian, Giada Cesura, Francesco Gottardi, Barbara Pedroni, Archimede Favini, Fabian H. Hocke, Giulio Solzi, Sofia Pasquetti, Benedetta Raimondi, Beatrice Poli.

Sull'edizione odierna del giornale La Provincia ampio servizio alle pagine 50, 51, 52 e 53.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Aprile 2019