il network

Giovedì 18 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Giornata del 'Dialogo Interculturale' al Torriani

L'obiettivo è riflettere su argomenti legati al dialogo e all’educazione

Giornata del 'Dialogo Interculturale' al Torriani

CREMONA - In occasione della Giornata Internazionale del Dialogo Interculturale (GEDI 2018), l’Istituto Torriani ha organizzato una attività in collaborazione con l’Associazione Intercultura. La giornata, giunta alla undicesima edizione, è promossa da Intercultura e da EFIL (Federazione europea per l’apprendimento interculturale) con l’obiettivo di stimolare l’opinione pubblica a riflettere su argomenti legati al dialogo e all’educazione interculturale.

'Incontri che cambiano il mondo, una storia per tutta la vita' è il titolo dell’attività proposta agli studenti del Torriani, un’occasione per riflettere su quali capacità e competenze si maturino attraverso l’incontro con l’'altro' e su come queste siano considerate oggi fondamentali per la costruzione di un profilo civico e professionale adeguato alle sfide che una società, sempre più esposta alla dimensione internazionale, pone a tutti.

“Ogni dialogo – dice Laura Checchi, l’esperta Intercultura che ha guidato l’unità di apprendimento – alla fine, è un po’ 'interculturale'. La presenza dell’altro, della persona che percepiamo e si percepisce come appartenente a un differente background culturale, fa parte del nostro quotidiano. E non bisogna pensare solo alle migrazioni, al colore della pelle, alla religione o alla provenienza geografica.”

Le attività proposte ai ragazzi hanno portato alla conclusione che le occasioni di avere relazioni con persone che hanno background culturali differenti sono sempre più all’ordine del giorno. L’incontro è stato anche l’occasione per conoscere gli orientamenti dei principali organismi internazionali. Negli ultimi anni infatti, il dibattito è stato intenso ed ha portato alla definizione delle competenze necessarie per una economia e una società sempre più interconnessa. L’Unione europea e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico sono due fra tutte.

Nel maggio 2018 l’Ue ha definito le otto competenze quadro per l’apprendimento permanente; l’Ocse propone ai 35 Paesi membri di rilevare, accanto alle capacità linguistiche, matematiche e scientifiche, la “competenza globale”, ossia la capacità di analizzare questioni a livello planetario e di agire per il benessere dell’umanità e per lo sviluppo sostenibile.

Alla giornata sono intervenuti anche studenti cremonesi che in passato hanno vissuto un’esperienza all’estero, come Hua Xin Liao , Sofia Vassena e Lara Nichetti. Queste ultime, ora studentesse universitarie, si sono diplomate rispettivamente al Torriani e all’Anguissola, e hanno studiato un anno negli Stati Uniti e in Ungheria. Liao, del Torriani, è appena rientrato da un anno in Cina e frequenta l’IIS Torriani.

La mattinata si è conclusa con l’augurio che i ragazzi trovino una strada che consenta loro non solo di sentirsi realizzati, ma anche di contribuire a costruire un mondo improntato ai valori del dialogo e del rispetto.

29 Settembre 2018