il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


#DIRITTODICRITICA

Le recensioni degli studenti di Jesus Christ Superstar

Jesus Christ Superstar al PonchielliBiglietti in vendita da domani

CREMONA - Sono 63 gli studenti delle scuole superiori cremonesi e provenienti dal Manin, Aselli, Anguissola, Beata Vergine, Vida e Torriani che hanno deciso di vestire i panni di ‘cronisti teatrali’ per la stagione di prosa 2015/2016 del teatro Ponchielli per la quarta edizione di Diritto di Critica, la palestra di scrittura per spettatori consapevoli promossa dalla Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli e dal quotidiano 'La Provincia'. Ecco le recensioni relative a Jesus Christ Superstar.

BARISELLI LUCREZIA (4 LICEO CLASSICO VIDA) - Martedì 12 e mercoledì 13 gennaio è andato in scena in Ponchielli al completo il musical Jesus Christ Superstar. Jesus Christ Superstar, tratto dall’omonimo film, si è dimostrato uno spettacolo a dir poco divino, coinvolgente ed emozionante, con interpretazioni magistrali da parte di tutto il cast. La scena si apre con un assolo di chitarra che cattura l’attenzione di tutti gli spettatori fino alla fine, gli attori con un carisma eccezionale riescono a portare avanti uno spettacolo che si ripete da 1994 con protagonista, l’attore che interpretò Gesù nel musical originale e nella versione cinematografica del 1973. La scenografia in parte fissa e in parte rotante dà il senso di movimento e cambiamento di ambientazione permettendo con pochi, ma efficaci effetti speciali di far comprendere a tutti cosa sta accadendo anche se l’intera opera è cantata in lingua inglese. La presenza della musica dal vivo e suonata direttamente dal palco è un particolare che, grazie anche ai costumi stile hippie, richiama l’atmosfera della cultura e della società anni Sessanta/Settanta. La storia di Gesù in questa particolare messa in scena ne rappresenta gli ultimi giorni di vita presentati dal punto di vista di Giuda, vero protagonista e leader in tutta la performance, con una caratterizzazione dei personaggi attraverso la musica su cui cantano. La Maddalena è l’unica donna in tutta l’opera, con la sua dolce voce conforta e tranquillizza il Cristo mentre Erode è rappresentato con una corte di burloni, che fa comprendere non solo il suo carattere di burlone, ma anche quanto egli fosse a sua volta marionetta nelle mani dei romani. Un corpo di ballo straordinario, che sa adattarsi perfettamente a qualsiasi ritmo e scena senza sembrare ingombrante o in eccesso, in perfetta sintonia con la musica è in grado di coinvolgere in tal modo il pubblico. Nella parte conclusiva tutti, in platea o nei palchi, si sono alzati per seguire il ritmo della canzone più famosa di questa Rock Opera: Jesus Christ Superstar.

20 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000