il network

Venerdì 19 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


19 gennaio 1927

Gli italiani aderiscono in massa al "prestito" chiesto da Mussolini

Gli italiani aderiscono in massa al "prestito" chiesto da Mussolini

Contrariamente alle voci diffuse da qualche occulto antifascista, il successo è stato superiore a tutte le -previsioni- Anche a quelle del Governo che tendeva, come scopo principale dell'operazione, alla conversione dei diciotto miliardi di Buoni del Tesoro in cartelle del nuovo Prestito. . ' Questa operazione mirava a non aumentare la circolazione cartacea e, quindi a non svalutare i Buoni del Tesoroo. L'energico provvedimento del Governo (. una prova, se' di prove ve ne losse ancora bisogno, della realistica comprensione che il Governo ha di tutti i fenomeni della vita italiana e della preminenza del problema economico. Il Governo nell'emettere il Prestito si riprometteva altresì di raccogliere irà risparmiatori queUa rilevante som-via che doveva essere poi distribuita per lo sviluppo, delle industrie e della agricoltura. A tutto ieri — termine fissato per la chiusura della sottoscrizione — il Prestito è stato sottoscritto per oltre due miliardi e un altro miliardo si rica-oerà dalle cauzioni dei commercianti. Il successo è stato, dunque, pieno ed intero. Ma se al di là delle cifre noi vogliamo ricercare il significato morale della msa — e non abbiamo atteso oggi per Urlo — chi ha sottoscritto non ha obbedito ad esclusive considerazioni pianziarie, ma ad un imperativo molale ben piìù alto e ben più nobile. Basta riflettere che contemporaneamente all'emissione del Prestito Littorio a 87.50, il vecchio Consolidato 5 per cento scendeva a 71. e cioè a sedici lire di meno

19 Gennaio 2018