il network

Mercoledì 13 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


Regime Fascista 11 ottobre 1935

La Lega delle Nazioni denuncia l'occupazione italiana dell'Abissinia

Oro alla patria: i donatori

La Lega delle Nazioni denuncia l'occupazione italiana dell'Abissinia

Le stelle sono tante ma...una "la dovete ricordare"

(...) Albione era impaziente di tradurre sul banco degli accusati l'alleata di ieri, quella alleata che servì magnificamente ai suoi fini, concorrendo con tutte le sue forze e con il sangue della sua gioventù. a debellare l'imperialismo germanico! Ed egregiamente ha fatto il nostro rappresentante a porre innanzi all'Assemblea la realtà di una Italia civile di fronte alla contrastante realtà di un'Etiopia barbara. Ha sollevato- un caso di coscienza: tra l'una e l'altra per chi optare se l'equità, il diritto, la civiltà non sotto nomi vani? Il signor Eden — grande commesso viaggiatore delltmperiali-smo britannico — deve essere indubbiamente soddisfatto della funzione che, come ad un automa, ha fatto recitare sul palcoscenico di Ginevra al Consigliò e — tranne alcune contrarie vóci leali — all'Assemblea: la funzione di attachés del Nègus e di servitori dell'imperialismo britannico. Tra la civiltà e la barbarie l'Assemblea ha optato 'per la barbarie. come hanno fatto il Consiglio e il Comitato. Essa ha pronunciato la fatale irrevocabile senteitza della Sociétà. La storia, però, è sómma, infallibile giustiziera. 'Quella Lega che oggi ha negato ' all'Italia un sacrosanto diritto, ha cooperato a rinsaldare un imperialismo contro il quale dómani invàno, in nóme d'inviolabili diritti, essa solleverà proteste. Ma l'Italia non dimenticherà l'onta inflittale: a suo tempo — la storia non si chiude né oggi né a Ginevra — vendicherà l'affronto dell'ingiustizia, patita in nome di un superiore ideale di equità. Sull'Inghilterra — sia detto chiaramente —' ricade 'la responsabilità delle sanzioni che saranno deliberate, ma già le è stato inflitto uno smacco dall'Italia di Mussolini che, infischiandosi della egemonia inglése, ha agito secondo il suo diritto e la sua storica coscienza.

ORO ALLA PATRIA
On. Roberto Farinacci, 27 medaglie d'oro Gr. 383
On. Nino Mori è signora, oggetti vari 101,20
On. Giuseppe Moretti, medaglie
Remo Montanari, 2 anelli
Dott. Attilio Gnocchi (og- 50,— 10, oggetti vari)  25
U. Luigi Ventura, un anello e una matita 20,30
Avv. Mario Carini e signora, oggetti vari 52,70
Sante Parolini, oggetti vari  10
Luigi Ferlenghi, oggetti vari 11,80 kg
Guido Panvini, un braccialetto e 2 spille 12
Biazzi Vergani Camillo, una medaglia  8
Franco Ciminaghi, oggetti vari  4,60
Gino Sperlari, oggetti vari 10
Dott. Enrico Ronconi, bottoni 6,40
Comm. Francesco Gambazzi, oggetti vari 44,50
Gerardo Corna, monete -d'oro 18,50
Dott. Giuseppe Carotti, oggetti vari 9,58
Mario Scotti, oggetti vari 31,50
Sig.ra Anita Farinacci, 2 .anelli  28
Sig.na Adriana Farinacci, un anello 8
Franco Farinacci, un portasigarette

04 Ottobre 2017