il network

Venerdì 22 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


19 agosto 1966

Agguato al passo Resia dei terroristi altoatesini con due mine antiuomo

I malati di mente e la cronaca nera

Agguato al passo Resia dei terroristi altoatesini con due mine antiuomo

BOLZANO, 18 —Y terrò-" rist: altoatesini hanno teso un agguato ai militari italiani nell'alta Val Venosta agguato nel qua'e carabinieri e agenti non sono caduti. Dovevano esplodere due mine antiuomo. Stamattina alle 4.50 era stata udita una esplosione in località «Cam. paccio Basso » vicino a Resia: un ordigno era esploso senza provocare gravi danni aUa base di un pilone della sciovia che dall'albergo Eden di Resia porta al Maso Clonai a 1.639 metri. L'attentato al pilone della sciovia — come abbiamo detto — costituiva un pericoloso agguato per i militari che sono accorsi dopo l'esplosione. A questa conclusione sono giunti i carabinieri della legione di Bolzano dopo il ritrovamento ' sul luogo dell'attentato di due ordigni esplosivi antiuomo che fortunatamente: non sono scoppiati.

In questi siorni i quotidiani hanno riportalo con grossi titoli le notizie di delitti mostruosi compiuti con tutta o
probabilità sotto la spinta della follia. Non vi è da meravigliarsi se tali avvenimenti sconcertanti rinfocolano l'atavico sentimento di paura dell'individuo sano di fronte alle spesso imprevedibili e imponderabili conseguenze dello squilibrio mentale Illustri psichiatri come il prof. Torre dell'Università di Torino in un recente articolo su « La Stampa ». si sono proposti di illustrare al pubblico dei profani qua li sono le malattie psichiche che possono presentare nel loro decorso o addirittura esplodere con azioni aggressive, violente, spinte talora fino alla strage.


16 Agosto 2017