il network

Mercoledì 26 Luglio 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


15 luglio 1966

I cremonesi ed i violini in un diario ancora da tradurre

I cremonesi ed i violini in un diario ancora da tradurre
« Una città (atta di musica » è detta Cremona ; ma lo scrittore 
dice anche: « I cremonesi dovrebbero imporsi un giorno di digiuno ogni mese fino a che non abbiano raccolto una cifra per avere nella loro città uno Stradivari o un Amati! »

« Una città fatta di musica » è detta Cremona ; ma lo scrittore dice anche: « I cremonesi dovrebbero imporsi un giorno di digiuno ogni mese fino a che non abbiano raccolto una cifra per avere nella loro città uno Stradivari o un Amati! »

André Suures scrisse pure due libri intitolati Verso Firenze e Verso Venezia... Nel volume Verso Venezia parla pure di Cremona: se non che — rara avis per lui! — ne parla assai bene e soprattutto la esalta come patria di Claudio Monteverdi e della liuteria universale' Non manca in verità di scrivere una grossa inesattezza e di muovere un rimprovero ai nostri concittadini di circa cinquant' anni fa ma oggi siamo felicemente in grado di smentirlo ed anche per ciò che scriviamo queste righe.

Egli descrive magnificamente il Duomo, il Torrazzo i palazzi e le chiese, di Cremona, che per lui è una città deliziosamente malinconica — un capitolo è addirittura intitolato "La malinconia di Cremona....."

15 Luglio 2017