il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


18 maggio 1937

Il fascismo riscopre Stradivari

Il principe Umberto all'inaugurazione delle celebrazioni per i 200 anni della morte

Il fascismo riscopre Stradivari

Muore Piero Negroni, il fondatore

Che barba! - Re, Edoardo VIII cosi narra la leggenda inglese — un bel giorno, innamoratosi di una tardona ma avvenente americana, si trovò di fronte a un dilemma impostogli dal Parlamento: o la corona o la fernmìna. Il Re, che non aveva mai trovata una donna — così di' cono gli intimi — che gli facesse avere una esperienza tanto felice, si decise, senza troppo meditare, per l'abdicazione. Naturalmente egli, rinunciando ad onori e prebende invidiabilissime, intendeva acquistare quel diritto che hanno tutti indistintamente gli uomini di questo mondo: fare in silenzio i propri comodi; e sperava che nessuno ficcasse il naso nelle sue intimità. Ma il Duca di Windsor è stato disgraziato. Sul suo conto si scrivono romanzi, ed i giornali quotidianamente lo asfissiano di cronache e di aneddoti. Il male è che questa asfissia incomincia a mettere in pericolo anche noi. Il nostro allarme-rampogna non va contro i giornali stranieri, i quali devono tener conto della curiosità delle serve e delle portinaie, ma contro la nostra stampa che dovrebbe essere animala da una spirito giornalistico ben diverso. Basta, basta dunque, di occuparsi di questa vicenda amorosa, di natura ormai totalmente privata e già troppo volgare. Lasciamo in pace il Duca di Windsor e lasceremo in pace (quel che pù conta) anche noi stessi

17 Maggio 2016

Commenti all'articolo

  • GIANLUIGI

    2013/05/18 - 12:12

    Quand'ero bambino a Cremona (sono del 1946) sentivo parlare del giornale fascista che c'era stato prima della "Provincia" ( per la quale attorno ai diciott0'anni ho scritto qualche articolo) chiamandolo il "Règime" con l'accento sulla E. C'è qualcun altro cremonese che, come me, si ricorda di questa curiosità? Se sì, si faccia vivo, grazie. Può anche scrivermi al seguente indirizzo: gianluigi_coretti@libero.it

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000