il network

Mercoledì 23 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


20 aprile 1945

"Stroncati gli attacchi a Berlino. Fiducia al Fuhrer (che compie gli anni)"

Tra il 10 e il 19 aprile erano già cadute Vienna, Hannover, Lipsia, Norimberga. Proprio il 20 aprile i russi sfondano a Berlino

"Stroncati gli attacchi a Berlino. Fiducia al Fuhrer (che compie gli anni)"

Dal Quartier Generale del Fuhrer, 19 aprile - Il Comando Supremo delle Forze Armate comunica:
Durante la terza giornata della grande battaglia difensiva davanti a Berlino i bolscevichi hanno impegnato nella lotta uomini e materiali in quantità eccezionalmente grandi. Le valorose truppe germaniche, trascinate dall' esempio dei loro ufficiali, hanno resistito all'urto delle masse avversarie, stroncando tutti i tentativi di sfondamento. A sud di Francoforte i reparti germanici hanno mantenuto le loro posizioni contro le soverchianti forze sovietiche. I bolscevichi, spintisi ai due lati di Seclow fino alla zona ad est di Mcunchberg, sono stati contenuti mediante rapidi contrattacchi. (...) Contrattacchi germanici sono in corso.

Il 56" compleanno di Adolfo Hitler coincide con un'ora estremamente grave per la Germania. Tutto un mondo, corrotto dall'oro e dal veleno giudaici, è contro un popolo che lotta per la civiltà, la libertà e la giustizia di tutti. Ad occidente e ad oriente le. Armate anglo-americane e sovietiche puntano al cuore del Reich, dopo aver distrutto imponenti città, sintesi di una storia millenaria, e dopo averne massacrate, indiscriminatamente, le popolazioni. A Londra, a Washington e a Mosca si è però inneggiato troppo presto alla vittoria. Mai come in questo momento invece le Divisioni tedesche, composte di giovani e di anziani, hanno combattuto con tanto valore, con insuperabile fanatismo, con la sicurezza che la guerra non è per nulla perduta. Dopo quasi sei anni di dure battaglie, di sacrifici immensi, di terrorismo inaudito, qualsiasi altro popolo si sarebbe già prostrato in ginocchio. In Germania nasce, al contrario, un più sublime eroismo che commuove e si impone al rispetto dell'umanità intera. Sono giovani piloti che si gettano con tutto il carico dell'apparecchio sugli obiettivi militari più importanti;sono vecchi, donne e fanciulli che non si arrendono e che alle spalle del nemico insorgono, combattono e muoiono. (...)E' davvero criminale quest'uomo leggendario che ha saputo conquistarsi l'affetto, la devozione, la fiducia dell'intera Nazione? E' bastato il suo proclama perchè sul fronte orientale i soldati del Reich reagissero come leoni alle preponderanti forze sovietiche, la cui offensiva s'impantana in un mare di sangue. La sua parola ha riacceso nei combattenti la speranza che i nemici non prevarranno. Sì, perchè il Fuhrer sa quali sono ancora le possibilità del suo popolo e del suo Esercito, e sa benissimo che gli « alleati », in cerca di un successo immediato, tutto hanno gettato nella grande battaglia. Essi non hanno tempo da perdere. La loro situazione si fa ogni giorno più critica San Francisco, che doveva accogliere i rappresentanti delle nazioni anti-Tripartito per la divisione del bottino, preoccupa gli Stati Uniti, l'Inghilterra^ e la Russia, le cui divergenze si sono approfondite in questi ultimi tempi. Vince la guerra chi saprà resistere un quarto d'ora di più. E la resistenza germanica si delinea sempre più decisa, tenace, gigantesca...
I PDF
Prima pagina - Seconda pagina

18 Aprile 2017