il network

Lunedì 11 Dicembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


LA PROVINCIA - 20 NOVEMBRE 1963

E' entrato in funzione l'oleodotto dell'AMOCO: il petrolio da Genova a Cremona

E' entrato in funzione l'oleodotto dell'AMOCO: il petrolio da Genova a Cremona
Il greggio scorre in un gigantesco tubo lungo 150
chilometri - Per un anno il flusso sarà di un
milione di tonnellate di greggio pari a 50.000
autocisterne, quantità che sarà poi raddoppiata
Lo sviluppo della raffineria ed i piani idroviari

Oggi entra m funzione la « pipeline » dell'Amoco Italia che unisce direttamente Genova a Cremona attraverso la provincia di Piacenza dalla motocistema "Bollsta" che ha attraccato sabato al porto petroli di Genova-Multedo. ventiquattromila tonnellate di greggio saranno pompate nell'oleodotto lungo 150 km costruito per rifornire la raffineria di Cremona.

Dal mare al centro
della pianura padana,
esondato parecchi metri nel
terreno e sotto i fiumi. 1 intuibile
serpente d'acciaio
fa fluire il greggio senza alterare
il paesaggio, senza
appesantire ulteriormente il
trafico, sema costituire pencolo
per gli utenti della
strada Segli ambienti genovesi
si
Dal mare al centro della pianura padana,esondato parecchi metri nelterreno e sotto i fiumi, l'nvisibile serpente d'acciaio fa fluire il greggio senza alterare il paesaggio, senza appesantire ulteriormente il trafico, senza costituire pericolo per gli utenti della strada. La raffineria cremonese localizzata sul Po avrà da ora la materia prima al costo più basso e ciò aumenterà la sua sfera dinffuenza e di mercato.
L'oleodotto che entra oggi in funzione rappresenta una svolta decisiva per il futuro economico non soltanto del complesso della raffineria, ma altresì dell'idrovia padana e dell'economia cremonese.
 

17 Novembre 2017