il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


23 GENNAIO 1957

Hanno ordinato un violino ad Antonio Stradivari: commissione giunta dall'Iraq

Hanno ordinato un violino ad Antonio Stradivari: commissione giunta dall'Iraq

Vi è qualcuno che pensa che la bottega di Stradivari in piazza Roma, esista ancora.....

Chi oggi, in terre lontane, ricorda la nostra città, si sente immediatamente rispondere «Stradivari», perchè nel concetto di folle innumerevoli, un nome completa l'altro. Ma da qui a ritenere che, dopo secoli, Stradivari sia ancora vivo e operante, il passo è notevole. Eppure vi è qualcuno che pensa che la bottega di Stradivari in piazza Roma, esista ancora. Ieri mattina, infatti, la posta ha recapitato una lettera proveniente dall'Iraq... con il seguente indirizzo Mr. Antonius Stradivarius - Faciebat Cremona 1713 - Wester - Germany». La lettera era scritta in inglese. Eccone il testo: « Caro Signore, è stato per caso che ho visto il vostro indirizzo dentro un violino comperato da uno dei miei amici. Esso è splendido e mi interessa. Io desidero acquistarne uno ma non so dove; per questa ragione prego di fornirmi il vostro catalogo per mettermi in grado di acquistarne uno da Voi. Aspettando la vostra risposta il più presto possibile, Vi ringrazio in anticipo. Vostro, sinceramente: F. P. Barava ». Il signor Baraya attenderà invano la risposta di Antonio Stradivari, la cui fatidica- etichetta ha scambiato per l'indirizzo di casa. Evidentemente l'interpretazione è stata questa: «Via Faciebat Cremona, numero 1713 »

22 Gennaio 2018