il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


DUELLO UOMO MACCHINA

La sfida tra il robot pianista e Prosseda: spettacolo all'auditorium Arvedi

Esibizione ludica e giocosa, con riflessioni sulla 'perfezione' dell'androide e la 'passione' dell'essere umano

La sfida tra il robot pianista e Prosseda: spettacolo all'auditorium Arvedi

TeoTronico e Roberto Prosseda all'auditorium Arvedi

CREMONA - Dal duello tra i virtuosi del pianoforte ai tempi di Mozart-Clementi all'eterna sfida tra l'uomo e la macchina. Roberto Prosseda, uno dei più stimati pianisti italiani del momento, ha lanciato infatti il guanto di sfida a TeoTronico, un pianista-androide che suona il pianoforte con 53 dita.

GUARDA IL VIDEO

Lo spettacolo è andato in scena lunedì 9 giugno all’auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino per il concerto inaugurale della 34esima edizione di Spazionovecento, la rassegna del Gruppo Musica Insieme dedicata alla musica d’oggi e del ventesimo secolo.

Con due spettacolari grancoda Fazioli posti l’uno di fronte all’altro, TeoTronico e Prosseda hanno dato vita alla loro sfida che si è consumata a colpi di Chopin (Notturno op. 9 n. 2), Scarlatti (Sonata in sol maggiore), Beethoven (Sonata al chiaro di luna), Mozart (Marcia alla turca) e Nuncarrow (Studio n. 2).

Il duello, oltre alla spiccata componente ludica e giocosa che ha portato con sé - con TeoTronico che attraverso una ‘doppiatrice’ fuori campo ha simpaticamente dialogato con Prosseda - ha fatto riflettere sull’eterno e mai risolto interrogativo dell’interpretazione in musica, perché se da una parte la macchina è fredda dal punto di vista interpretativo ma risulta implacabilmente perfetta su quello della precisione dall’altra il libero arbitrio dell’interprete/uomo può dare adito a mille discussioni. «Ma sei tu il compositore o è Chopin?», ha provocatoriamente chiesto Teo a Prosseda, il quale ha invece replicato al robot: «Tu conosci tutti i Notturni ma non sai cos’è la passione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Giugno 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000