il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


L'ISOLAMENTO DELLA TIGRE

Mina al citofono di casa
si finge la governante

Il giornalista Franco Bagnasco 'scova' l'abitazione di Lugano: la cantante camuffa la voce e si nega

Mina al citofono di casa
si finge la governante
CREMONA - Mina respinge le attenzioni di un giornalista camuffando la propria voce al citofono e fingendo di essere la sua stessa governante. L'esperimento, che sa di scommessa, o meglio di insolito regalo di Natale, voleva farlo Franco Bagnasco, un giornalista di 'Tv sorrisi e canzoni': andare a Lugano, dove da anni vive nascosta al mondo Mina, la più grande cantante italiana, trovare casa sua senza ottenere indicazioni preventive nell'ambiente - solo dritte dai passanti o dalla gente del posto - e poi suonare al citofono. Ci ha impiegato tre ore. Il risultato, che trovate nel file audio allegato è sorprendente: non solo la leggendaria Mina ha risposto personalmente, ma ha simulato di non essere in casa, e con un improvviso cambio di voce (che ricorda Fantozzi quando al telefono faceva l'accento svedese per non essere riconosciuto dal megadirettore) ha finto di essere la sua governante. «Non c'è, la signora è a Forte dei Marmi», è stata la risposta. La controprova definitiva è venuta da un corriere che ha consegnato pochi minuti dopo allo stesso indirizzo un pacco per la figlia di Mina, Benedetta Mazzini, e ha confermato che è stata proprio la cantante stessa (la medesima voce del citofono) a firmare la ricevuta.

21 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000