il network

Venerdì 23 Giugno 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


MUSICA

Moruzzi Junior band vincitrice a Costa Volpino

L’orchestra giovanile legata alla scuola Sacra Famiglia e alla Pontesound si è affermata al concorso nazionale. Il gruppo è diretto da Giovanni Grandi

Moruzzi Junior band vincitrice a Costa Volpino

La Mauro Moruzzi junior band

CREMONA -  La passione, l’amore per la musica e l’impegno di tutti hanno dato buoni frutti: domenica 12 marzo la ‘Mauro Moruzzi Junior band’ ha partecipato al concorso nazionale di Costa Volpino, in provincia di Bergamo, dedicato alle orchestre giovanili e si è affermata nella sezione A della gara. Al concorso hanno partecipato orchestre da tutta Italia, arrivate anche da Favignana, Aosta e Udine. La ‘Mauro Moruzzi’ ha ottenuto un ottimo punteggio, 88,48 su cento, sbaragliando i concorrenti.

L’orchestra è nata dieci anni fa in ricordo del compianto Mauro Moruzzi, ed è composta da una cinquantina di ragazzi dagli 11 ai 15 anni che frequentano la scuola Sacra Famiglia. Oltre che alla Sacra Famiglia la band è collegata alla scuola di musica Pontesound. In precedenza ha vinto anche il concorso internazionale a settembre 2015 tenutosi a Mondomusica. Sta diventando una vera eccellenza nel panorama bandistico giovanile grazie anche all’impegno del direttore della band, Giovanni Grandi, professore di musica alla Sacra Famiglia che ha saputo trasmettere ai ragazzi la grande passione per la musica.


Al concorso di Costa Volpino, i giovani musicisti cremonesi hanno eseguito un brano d'obbligo ‘Joyful Journey’ e un secondo brano a scelta ‘Starting Overture’; i giurati erano tre di livello internazionale. Per la valutazione la giuria ha tenuto conto di intonazione, ritmica, fraseggio, dinamica, interpretazione, bilanciamento, qualità del suono, articolazione, postura del corpo e disciplina, scelta del programma. Con la vittoria, la band si è aggiudicata anche 1.200 euro di buono acquisto per materiale musicale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Marzo 2017

Commenti all'articolo

  • sergio

    2017/03/21 - 09:09

    Bravissimi!!! La musica è una grande educatrice. C'è l'impegno nello studio del proprio strumento, lo studio della parte e soprattutto il lavoro fatto insieme agli altri, la pazienza di aspettare gli ultimi, la fatica di rincorrere i più bravi, e alla fine tutti devono seguire il maestro che detta tempi e modi e intensità, ma lui stesso può muovere la bacchetta solo se i musicisti ci sono e lo guardano con fiducia (reciproca).

    Rispondi