il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


FESTIVAL ACQUEDOTTE

La cornamusa di Hevia

Il celebre musicista astoriano protagonista in trio del concerto di venerdì 29 luglio (ore 21.30) a Palazzo Trecchi

La cornamusa di Hevia

Hevia protagonista a Palazzo Trecchi per il Festival AcqueDotte

CREMONA - «Ho visto alcune foto del cortile del Palazzo Trecchi. Mi sembra un luogo straordinario, come d’altra parte molti altri posti in Italia, un paese in cui mi trasferirei senza alcun problema». È un comune sentire, se non una vera dichiarazione d’amore, quella che dalle coste nord della Spagna conduce fino a Cremona Hevia, il musicista che ha reinventato la cornamusa asturiana elettrificandola, e che venerdì 29 luglio alle 21.30 sarà di scena proprio a Palazzo Trecchi per la seconda data cremonese dell’AcqueDotte Festival. Reso celebre dal brano Busindre Reel nel 1998, Hevia approda al festival per proporre, in trio con la sorella Maria Josè Hevia alle percussioni e con Roberto Jonata al pianoforte, i brani dell’ultimo album Obsession e una selezione di tango argentino e di brani dai gaiteros asturiani emigrati a Buenos Aires. Un incontro fra coste e culture che si osservano a mari di distanza, e che da sempre flirtano nella carriera del musicista spagnolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Luglio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000