il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MUSICA SULL'ASSE CREMONA-SALO'

'Acque dotte' sul podio dell'Huffington Post

Tra i 10 festival da non perdere secondo l'edizione italiana di uno dei blog più seguiti e influenti al mondo

'Acque dotte' sul podio dell'Huffington Post

I cremonesi Aksak Project

CREMONA - 'Acque dotte' tra i “10 festival musicali estivi da non perdere”. Lo sostiene l'Huffington Post, l'edizione italiana (diretta da Lucia Annunziata) di uno dei blog più seguiti e influenti al mondo. In un ampio reportage sulle manifestazioni estive (http://www.huffingtonpost.it/2015/06/09/10-festival-musica-estate-_n_7541588.html?utm_hp_ref=italy) pubblicato il 9 giugno, l'autorevole testata online colloca il festival che si svolge sull'asse Cremona-Salò addirittura al terzo posto in una ideale classifica che presenta le iniziative italiane giudicate migliori, più innovative e stimolanti. “L'idea di questo festival appena nato è di certo suggestiva – scrive l'Huffington -: 10 incontri in due splendide cornici “a filo d'acqua”. Il Po da una parte, il lago di Garda dall'altra. E l’acqua è il tema degli spettacoli in cartellone: Alchimie d’acqua (Aksak Project), AcquArmonica (Michael Nyman), La laguna di Venezia (Elio & Roberto Prosseda)”, conclude l'articolo. Acque dotte è in buona compagnia e nella classifica supera manifestazioni ben più strutturate, dal punto di vista della disponibilità di risorse, come Ferrara sotto le stelle e il Lucca Summer Festival, nel cui cartellone figurano big del calibro di Bob Dylan, John Legend, Elton John e Robbie Williams. Evidentemente nella sua analisi l'Huffington ha premiato soprattutto l'originalità di Acque dotte, festival che si propone come una voce innovativa nel panorama italiano delle manifestazioni estive. Dopo la preview bresciana del 5 giugno con Jemm Music Project, la rassegna si aprirà ufficialmente domenica 21 giugno alle 21.30 a Cremona, nel cortile di palazzo Trecchi, con il concerto Corde liquide della nota arpista Cecilia Chailly con le sperimentali armonie del Gnu Quartet. Esprimono soddisfazione i sindaci delle due città, il cremonese Gianluca Galimberti e il salodiano Giampiero Cipani, ideatori – con la consulenza artistica di Roberto Codazzi – del progetto che sancisce un esempio di virtuosa collaborazione tra realtà e amministrazioni diverse, nel nome della cultura.

11 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000