il network

Mercoledì 24 Gennaio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CRONACA

Clochard bruciato, 13enne fa ammissioni

Parziale ammissione da parte del 13enne che assieme al suo amico di 17 anni sono stati indagati per il terribile scherzo che è costata la vita al marocchino di 64 anni, bruciato vivo nella sua auto,nella quale viveva a Zevio in provincia di Verona,dopo aver perso il lavoro. L'incendio dell'auto, dai primi accertamenti tecnici, sarebbe stato innescato da un rotolone da cucina gettato sotto l'auto o dentro l'abitacolo. I due minorenni erano stati notati dai residenti nelle sere precedenti mentre lanciavano petardi contro l'auto.

12 Gennaio 2018