il network

Venerdì 18 Gennaio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Come eravamo

Quanti ricordi nel cassetto. Nelle fotografie d’epoca dei lettori una preziosa testimonianza

L’iniziativa de «La Provincia» ha suscitato notevole interesse. Molti scatti giunti in redazione

Quanti ricordi nel cassetto. Nelle fotografie d’epoca dei lettori una preziosa testimonianza

Il maresciallo maggiore d’artiglieria Raffaele d’Avossa con la moglie Antonietta Baggi e i loro nove figli

Dove inviare le fotografie:

Cremona  - via delle Industrie, 2
Crema - via Cavour, 53
Casalmaggiore - via Pozzi, 15

Con quanto affetto si ritrovano le foto di famiglia, con che tenerezza si cercano nel volto paffuto del bambino di un tempo i tratti di chi abbiamo conosciuto già anziano. Dai cassetti, dagli album spuntano immagini in bianco e nero o virate in seppia. Spuntano soprattutto i ricordi: con un pizzico di nostalgia si guardano le fotografie di genitori, suoceri o nonni allora nel fiore degli anni. E stringe il cuore pensare che i sorrisi dei sommergibilisti del ‘Micchele Bianchi’ sono stati spenti pochi mesi dopo durante una missione. L’invito che abbiamo rivolto ai lettori de «La Provincia» è stato accolto con generosità. In redazione sono arrivate molte fotografie, molte più del previsto, che presto verranno pubblicate. L’idea è nata sulla scorta della felice iniziativa realizzata lo scorso anno dall’assessorato alla cultura del Comune di Cremona. C’è lo stesso desiderio di fondo di specchiarsi negli sguardi di chi ci ha preceduto. Ogni fotografia d’epoca racconta molte cose, può svelare dettagli privati ma anche essere il segno di momenti storici e sociali, che in questo modo i lettori possono condividere.
Barbara Caffi


Chi lo desidera può portare le proprie foto presso la redazione del giornale «La Provincia», in via delle Industrie, 2 oppure può inviarle in formato già digitale all’indirizzo e mail: cultura@ cremonaonline.it e non appena sarà possibile saranno pubblicate. Tutte le fotografie su carte, naturalmente, verranno restituite dopo la pubblicazione 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ostiano, anni Venti: il laboratorio di sartoria dei Bodini; a lato, Rosa Dondi
e Guido Franzini
Ostiano, anni Venti: il laboratorio di sartoria dei Bodini


La famiglia di Michele Potenza nel ‘54

Rosa Dondi e Guido Franzini

Angelo Rossi (a destra) e i suoi fratelli
 
Giovanni Re e i suoi nipoti nel 1935
 
La prima comunione di Rina Ghisolfi (1928)
 
Gentilia Re in un’immagine del 1912
 
Geromina Rizzi nel 1918
 
Cremona 1916: foto di gruppo per i fratelli Trombini e la loro mamma
 
Rina Ghisolfi a un anno
 
Aldo Bonoldi con i nipoti Sanzio e Giancarlo (1954)


29 Luglio 2014