il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Votate la poesia che vi regala emozioni

Premio Bertoletti

Inviate o consegnate il coupon al giornale

poesia bertoletti

 

Torna anche quest’anno il premio di poesia
dedicato a Claudio Bertoletti. Si
tratta del concorso rivolto agli alunni
delle scuole medie inferiori della città
di Cremona, concorso voluto e organizzato
dai genitori di Claudio, la mamma
Milena (scomparsa due anni fa) e il papà
Amilcare, e dalla sorella gemella Paola
insieme al marito Paolo. Il premio è
giunto alla sesta edizione. Per organizzare
e promuovere l’evento, oltre ad altre
iniziative a scopo culturale e benefico,
è nata nel 2011 l’Associazione Bertoletti,
presieduta da Paolo Taglietti.
E anche quest’anno i nostri lettori
possono esprimere la loro preferenza
compilando il coupon che pubblichiamo
in questa pagina (e che sarà pubblicato
tutti i giorni fino a lunedì 18 marzo)
e inviandolo o consegnandolo in redazione
(via delle Industrie 2, 26100
Cremona).
La cerimonia di premiazione è in programma
sabato 23 marzo alle 10,30 a
palazzo Cittanova. Due i gruppi di premiati:
da un lato, da un lato gli studenti
che avranno ottenuto il maggior numero
di coupon; dall’altro, gli autori delle
migliori poesie, selezionate da una apposita
giuria tecnica. Il tema del concorso
è: «Inseguendo il mio sogno costruirò
la mia vita». La giuria è formata
da Paola Bertoletti (istitutrice del
premio), Egidio Bandini (presidente
del Club dei Ventitré); prof.ssa MonicA
Lampugnani; assessore Jane Alquati
L’iniziativa ha il patrocinio del Comune
di Cremona e dell’assessorato alle
Politiche educative. «Anche quest’anno—
spiega Paola Bertoletti—sono
arrivate tante poesie che confermano
come l’iniziativa sia cresciuta di anno
in anno, grazie anche alla sensibilità
degli insegnanti delle varie scuole cremonesi.
Le poesie finaliste saranno da
oggi sul sito www.laprovinciadicremona.
it
Torna anche quest’anno il premio di poesia dedicato a Claudio Bertoletti. Si tratta del concorso rivolto agli alunnidelle scuole medie inferiori della cittàdi Cremona, concorso voluto e organizzatodai genitori di Claudio, la mammaMilena (scomparsa due anni fa) e il papà Amilcare, e dalla sorella gemella Paola insieme al marito Paolo. Il premio è giunto alla sesta edizione. Per organizzare e promuovere l’evento, oltre ad altre niziative a scopo culturale e benefico,è nata nel 2011 l’Associazione Bertoletti, presieduta da Paolo Taglietti. 

 

E anche quest’anno è possibile esprimere la propria preferenza compilando il coupon che verrà pubblicato sul quotidiano La Provincia (tutti i giorni fino a lunedì 18 marzo) e inviarlo o consegnarlo in redazione (via delle Industrie 2, 26100Cremona).

La cerimonia di premiazione è in programma sabato 23 marzo alle 10,30 a palazzo Cittanova. Due i gruppi di premiati:da un lato, da un lato gli studentiche avranno ottenuto il maggior numerodi coupon; dall’altro, gli autori dellemigliori poesie, selezionate da una appositagiuria tecnica. Il tema del concorso è: «Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita»

La giuria è formata da Paola Bertoletti (istitutrice del premio), Egidio Bandini (presidente del Club dei Ventitré); prof.ssa Monica Lampugnani; assessore Jane Alquati. L’iniziativa ha il patrocinio del Comunedi Cremona e dell’assessorato alle Politiche educative. «Anche quest’anno—spiega Paola Bertoletti—sono arrivate tante poesie che confermano come l’iniziativa sia cresciuta di anno in anno, grazie anche alla sensibilità degli insegnanti delle varie scuole cremonesi.

Ecco le poesie finaliste

Il sogno che ci aspetta
La vita è breve rispetto al tempo, ma abbastanza lunga per raggiungere il sogno, il sogno che da piccoli desideravamo, il sogno che è ancora nel nostro cuore, il sogno che è nascosto dietro un amore, il sogno che tu continui a cercare, il sogno che tu non riesci a trovare. Tutto questo è una ricerca infinita, che porta avanti la nostra vita. Mattia Pini II C Beata Vergine 
Una stella speciale 
Un sogno, un desiderio, una stella in più dentro di me. Non so... Se cadrà, se si accenderà, se illuminerà «il mio cielo» con il suo bagliore. Però è lì Così vicino E così lontano Mi guarda Eppure è irraggiungibile. Ogni giorno Mi segue Come un’ombra Ed è questa La forza di cui Ho bisogno. 
Rebecca Ronca III B Beata Vergine 
Il sogno della mia vita 
Aprendo gli occhi la prima volta cercare di scoprire di trovare una porta che mi aiuti a capire, la vita Inizio a scoprire a conoscere persone e forse a intuire il sogno che ho nel cuore, quello della mia vita Cercare di schiarire la foschia sulla mia strada come costruire con mattoni una casa, quelli della mia vita Inizio a realizzare, sulla foschia soffio e si affievolisce, mandare se stessi su quel percorso ormai chiaro e, vivere la vita Fatico, mi rallegro, insisto, tutto pur di farcela, raggiungere il sogno che ho visto quello che Voglio, come averla in mano, la vita Un problema mi rimanda indietro ma con costanza e coraggio, arrivo, manca una lastra di vetro, raggiungo ciò che voglio, non un miraggio, il Sogno della mia vita Lo vivo, è intenso come volare penso capire il senso della propria Vita Sono realizzato, contento arrivo alla fine perché al mondo qualcosa ho lasciato non ho mollato ed è arrivato il lieto fine della mia umile e umana vita. 
Maria Vittoria Strozzi II A Beata Vergine

Ho sognato
Stamattina ho detto alla mamma: «Ho fatto un sogno, non m’inganna» Mi son visto nel futuro: sarò un uomo giusto e sicuro. Mi son visto uomo di successo, ad ogni porta avevo accesso! Colto, sveglio, intelligente, non mi mancava proprio niente... Poi, mi son visto calciatore, pilota, ingegnere, dotto professore, e nelle prime ore del mattino ho sognato d’esser un provetto contadino!». Al risveglio non ricordo quasi niente c’è un po’ di confusione nella mente... Ma se vorrò esser qualcuno nella vita dovrò affrontare una salita molto ardita! Questa notte ho sognato quel che ancora non son stato, ma son certo che come ha detto il mio papà sarò l’artefice del mio futuro che verrà.
Alessandro Arcaini I A Beata Vergine

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Ho bisogno di un sogno molto speciale come un lucente fanale che illumina la mia vita non ancora finita. Ho un obiettivo. E’ solo un tentativo. Dove sarà la felicità? La cerco e scorgo in lontananza una grande speranza. Sai cos’ho capito? Una cosa bella che adesso ti dico: non abbandoniamo l’amore lasciamolo sempre nel nostro cuore.
Silvia Bertolotti Quaini I B Beata Vergine

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita 
Mi piace molto girare tutto il mondo, incontrando nuovi amici, per esser tutti felici. Con un po’ di semplicità si arriva alla felicità. Se prendi il treno, arrivi in un baleno, se vuoi la bicicletta, ci vuole un’oretta, ma la parola chiave, se vuoi arrivare, è comunque camminare... ... oppure sognare! Col mio nome Lucrezia arrivo a Venezia, forse non serve a niente... ma rinfresca la mente! 
Lucrezia Cecilia Bodana I B Beata Vergine 
I miei fedeli aiutanti
Come un bambino e il suo sogno nel cassetto è un adulto e il suo lavoro perfetto. Ma i veri sogni sono quelli che quando hai bisogno aiutano te. La vita è dura ma non sei da solo, ci sono i sogni, che bel dono! Quando la speranza è svanita e la gioia ormai finita ecco una stella dentro il mio cuore che fa ritornare il buon umore. Costruisco la mia vita mattone dopo mattone, ma ci sono sempre i miei fedeli aiutanti: i miei sogni, che mi aiutano ad andare avanti. 
Camilla Caponi II C Beata Vergine   

Sogno
Sogno lontano irraggiungibile, mi segui come un’ombra. Io so che la mia vita, senza te, sarebbe buia. Come terra senza sole, come cuore senza amore, come bocca senza parole, come tempo senza ore. Senza te son come ghiaccio che si scioglie al sole. 
Anna Fiameni II A Scuola Campi  
Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Sulle ali dei sogni volano i bambini rompono la gabbia del tempo superano le barriere dello spazio. Sognare è vedere con gli occhi del cuore liberi dalle paure. La mente esplora mondi immaginari e ci svela la nostra natura.  Attraverso i suoi misteri il sogno ci aiuta a percorrere il difficile e oscuro cammino della vita. Dentro di noi c’è un angolo misterioso da riempire. Sognare è vivere. 
Vincenzo Zanolli III A Campi

Inseguendo il mio sogno, costruirò la mia vita
Sogno, vita, passione, ideale. Parole; parole che mi girano in testa, parole ancora vuote che la vita riempirà. Sogno confuso, da raggiungere correndo con passione, con forza, con tenacia. Piccolo sogno che germoglia col tempo, nutrito nella notte, cresciuto al sole dei nostri ideali. 
Vittore Branca III A Campi 
La mia musica 
Con molta pazienza e impegno ecco arrivare la nota perfetta... L’archetto strofina delicatamente le corde, le note riempiono la stanza e il mio cuore di gioia. L’armonia della mia vita avrà note acute, gravi e qualche stonatura; ma il mio archetto cercherà sempre quella nota perfetta...
Emma Sforza I B Campi  
La settimana dei miei sogni
Lunedì: sopra ad un palco, circondata da molte persone, con un bellissimo tutù e con le scarpette un po’ strette, con tanta tensione... Martedì: tra pentole da pulire e cibo da preparare, tante persone da servire, in attesa di un loro sì, ma nemmeno un attimo per riposare... Mercoledì: tra pentole da pulire e cibo da preparare, tante persone da servire, in attesa di un loro sì, ma nemmeno un attimo per riposare... Giovedì: il mio preferito: in mezzo a molti bambini, i compiti da correggere e voti da dare indossando buffi occhiali, mi sento chiamare... «maestra, può venire un attimo?» Venerdì: tra Asia, America, Europa, Australia, Africa. In giro per continenti con poche cose, ma tanta voglia di viaggiare... Sabato: tra tromba, flauto, pianoforte, chitarra, tamburo... quanti strumenti, difficile la scelta: perché solo uno? Domenica: anche i sogni vanno a dormire...
Elena Bonfatti Sabbioni  II C Campi

Il mio sogno!
Il mio sogno vorrei realizzare, danzando per la vita fino a raggiungere il mare, mi esprimo al meglio mi sento libera, come un cavallo che corre, che non sa dove e come arriverà, ma ci prova e riprova per raggiungere la felicità. Danzando mi chiudo in un mondo senza regole, in cui posso capire che quello è il mio sogno, che ogni giorno dovrò scoprire, passo dopo passo.
Sara Dasti I D Campi   

Rompe il silenzio
È un sogno. Avanti, prendilo Nulla è più importante. Prende forma È luminoso È forte È la tua vita 
Irene Caresana III C Vida  
Da piccoli sogniamo principesse, astronauti e cuochi crescendo li dimentichiamo ora pensiamo come sarà la vita? Dove abitare? Dove lavorare? Con chi stare? Alla fine scegliamo; maestri, ingegneri o architetti per costruire case o dei semplici letti. Quando il tuo sogno hai catturato ripensi ai pensieri di quel bambino spensierato.
Nives Franzini III C Vida  

Ho un grande sogno
Immagine di un mondo meraviglioso della mia vita sono orgoglioso, non è facile essere me stesso in un mondo che è tutto adesso. Non seguo le mode e neppure le correnti e questo spesso mi fa digrignare i denti in un mondo che è solo apparire io faccio di tutto per non scomparire. Ho un sogno, grande, bello e colorato, quello di essere per chi c’è stato quello di creare per chi mi ha creato, quello di amare per chi mi ha amato non importa quanti passi farò su questo mondo, ma la qualità delle orme che lascio in fondo. Molto prima di me hanno solcato questo prato nel quale ancora non ho giocato aspetto il vento e come un gabbiano mi saprò alzare e spingermi là dove nessuno vuole osare. Non posso dire cosa fare della mia vita aspetto che si aprano le nebbie e con una matita disegnerò le cose, la gente, il mondo e tutto sarà un grande girotondo in cui insieme dovremo lavorare per disegnare un mondo che possa migliorare. 
Riccardo Saccomandi II D Vida 
Il Sogno
Sognare vuol dire vedere in una vita parallela il tuo desiderio che si avvera: un bacio mai arrivato, un amico ritrovato, un’illuminazione inaspettata, rivedere un nostro caro che ci ha lasciato rivivere un bellissimo momento del passato cambiare ciò che non va nella tua vita. Sognare non deve essere per forza nel tuo letto può essere anche su un tetto. Sognare non deve essere per forza da soli, lo si può fare in compagnia: con l’amico, più caro o con la zia, con la tua famiglia, con il tuo ragazzo, può essere un sogno serio o un po’ pazzo! E se poi il tuo sogno non si avvera non disperare... batti le palpebre e torna a sognare!!! 
Daniela Iannacito II E Vida

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Cerco chi sono negli occhi profondi, chiedo alle mani lavori fecondi. Per colorare il mondo non c’è scorciatoia nelle nostre scelte mettiamo la gioia. Con impegno ed energia percorrerò la mia via. Il successo è rumore La vittoria è sapore Resto in ascolto delle note del cuore perché ogni talento è un dono d’amore. Vincente o sconfitto costruirò il mio futuro sperando che sia un sogno duraturo. 
Giulio Vago II E Vida

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Non è facile immaginare come sarò da grande, ma so che non voglio essere cieca, vedere e sentire chi ha bisogno; non voglio essere sorda, saper ascoltare anche le voci mute; non voglio essere muta, ma capace di parlare con il cuore. Costruirò così la mia vita, inseguendo il sogno di essere migliore. 
Emma Ardigò I Vida

Libellula in un quadro 
Come una libellula esperta su di un ramo vivo la vita e da sempre bramo di poter aprire le mie ali al vento che mi veda grande in un mondo spento, nel quale i sogni avranno un valore quello di essere esaudito anche dal calore di un giorno triste speso in una gita, nel quale cerchi un senso alla tua vita Da bimba pensi alla ballerina, alla maestra, ma poi la vita ti rende maldestra, e solo quando smetti di sognare, capisci che è il tempo in cui ti devi dedicare a rendere un’esistenza un qualcosa in più. Perché nel quadro ci sei dipinta tu. Non sogno ancora, ancora non rifletto, non so cosa ci sia chiuso nel mio cassetto. Attendo di crescere per poter vedere cosa nel mondo si possa costruire, ed in silenzio pronuncio le preghiere perché la vita quel cassetto mi faccia aprire Da libellula non voglio pensare a cosa da grande dovrò guardare ma liberamente apro le mie ali e lascio che il mondo mi mostri i suoi canali sui quali soave saprò volare insomma ancora non so cosa voglio diventare. 
Gaia Saccomandi, I D Vida

Come un sogno 
Come un’aquila che vola libera, il mio sogno vola e mi tende il palmo. Come una farfalla, il mio sogno è delicato. Come una foresta vasta, ma anche piccola, è grande il mio sogno. Come tutto e tutti, il mio sogno nasce da Qualcosa. Come il sogno rispecchia te, tu rispecchi Lui. 
Paolo Stefano Cortesi II B Sacra Famiglia

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Un giorno io sarò professore, della materia più bella del mondo, della materia che conta le ore, professore di un recipiente senza fondo. La matematica non ha una fine, i numeri non hanno una fine, la matematica è un bicchier d’acqua che nessuno potrà mai finire. Tutto è matematica. Quanti alberi ci sono nel mio giardino? E le fette di salame in un panino? Quanti uccelli ci sono fuori dalla finestra? Quanti granelli di pasta ci sono nella mia minestra? Ci sarà da studiare, calcolare e lavorare, ma so che sarà bello insegnare, insegnare a due dozzine di ragazzi desiderosi di imparare le regole di ogni operazione. Io adoro la matematica perché sta alla base di tutto, perché ha migliorato il mondo, perché lo ha fatto amare un po’ di più. Un giorno io sarò professore della materia che ha cambiato il mondo. 
Luciano Soffientini II B Sacra Famiglia 
Il mio sogno 
Quando ero piccola di sogni ne avevo tanti Prima volevo diventare una cantante, ma poi il sogno si è perso in un istante. Subito dopo mi è venuta voglia di fare la veterinaria, ma anche per questo il mio interesse è svanito nell’aria. Poi il vuoto: non avevo sogni continuavo ad andare avanti senza impegni. Ora la mia idea è molto semplice: provare, pensare e poi ancora sognare finché alla fine avrò le idee chiare.
Silvia Chiodelli II E Virgilio  
Il mio sogno
Sogno, immagine indelebile stampata nella mente Sogno, rifugge ogni logica Sogno, ti rincorre il giorno, ti agguanta la notte Sogno, rende re un servo Sogno, salto nel vuoto, brivido istantaneo Sogno, vita
Elisa Marieni III G Virgilio

Inseguendo
Sono nata con un aquilone legato al polso. Era di pochi colori. Ho camminato, poi corso... Il mio aquilone si è alzato sempre più sicuro, fino a rubare i colori all’arcobaleno. Quante volte sono caduta, inseguendolo, e mi sono rialzata per non trascinarlo a terra. Non importa che il mio aquilone arrivi in alto, ma che continui a volare.
Letizia Vaccaro I D Virgilio

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Il mio sogno è che la Terra sia più pulita vorrei respirare un’aria che non sia inquinata certo da sola il pianeta non posso cambiare, ma il mio piccolo contributo posso dare: andare a piedi ogni volta che lo posso fare non gettare i rifiuti dove non devono stare ma fare la raccolta differenziata così la Terra sarà un pochino più pulita Da adesso nella mia vita cercherò di non inquinare per almeno un po’ il mio sogno realizzare 
Rebecca Donnini II G Virgilio

Immobile penso
Sto ferma, immobile, penso, seduta in un posto segreto; a cosa farò da grande. Tutti mi dicono studia, e non che io non voglia studiare, ma non voglio ridurmi a pensare, come va tra i grandi di moda, solo a numeri infiniti e precisi, o a lettere ordinate e corrette. Mi muovo, mi giro, guardandomi attorno, mi dico: «Dovrei fare l’artista», «E disegnare bambini in un prato»; «Oppure potrei scrivere libri», «Su draghi, fate, folletti»; e se non mi resterà niente da fare mi siederò qui, nel mio posto segreto a pensare... 
Anna Galletti I B Virgilio

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Il mio sogno nel cassetto? Per ora irrealizzabile. Scattare foto e con un clic cambiare il mondo. Catturare un momento in una cartuccia, che sia in bianco e nero, a colori, o seppia. La mia vita cambierà e ancora più entusiasmante diventerà! Zoomando e rietreggiando inquadro vari momenti. Fotografia? Memoria nel tempo, che impedisce ai ricordi di andarsene per sempre.
Sonia Perodi III A Virgilio  
Il mio sogno
Io ho un sogno speciale, che si può realizzare Vorrei tanto fare il cuoco e non è cosa da poco; sì lo so sarà impegnativo, ma io saprò essere creativo. Ci credo da quando ero bambino e spero di esserci sempre più vicino. Dovrò districarmi ai fornelli e creare piatti buoni e belli. Vorrei diventare come il grande cuoco Cracco e fare cose buone, un sacco. Non farò distinzioni per le mie creazioni se saranno dolci o salate spero verranno apprezzate. Per realizzare questo progetto che spero diventi perfetto voglio servirmi di questa ricetta: un pizzico di sfrontatezza, un pugno di sicurezza, un sacco di bravura e un bagaglio di cultura, il tutto mischiato con disinvoltura. Quando tutto è ben composto con cura Infornare a tutto gas per la cottura e io potrei iniziare la mia avventura. 
Filippo Romani Signorini II E Virgilio 
Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Due sogni ho nel cassetto, ma la chiave sto cercando, per scoprirli veramente un cammino sto compiendo. Per il momento preannuncio che: un medico da grande vorrei diventare, andare in uno studio e i bambini visitare. Aprire la mattina e chiudere la sera, vedere piccole manine le grandi ricercare. Un secondo sogno vorrei realizzare... In Egitto desidero approdare, con cappello in testa e occhiali da sole, Armata di curiosità e convinzione le piramidi vorrei girare con grande ammirazione. Tornata a casa tutto vorrei raccontare e i bambini tornerò a curare. 
Ludovica Buzzetti II A Sacra Famiglia

Inseguendo il mio sogno costruirò la mia vita
Galleggiano le navi azzurre sulle acque lontane e sicure e quando vedo la loro grandezza a me dà molta tristezza che io rimanga sulla costa solo con la mia voglia nascosta di andare con loro lontano e di essere per l’equipaggio capitano ma finché grande diventerò alla scuola mi impegnerò e studierò per poter i miei sogni realizzare e la nave azzurra nel Pacifico poter comandare 
Theodor Leonard Paval I G Virgilio 
I miei sogni
Anche se non si vede, e già scritto il mio futuro; quello che tra un po’ succede è ancora avvolto nell’oscuro. Posso solo immaginare ciò che sta per accadere, ma è bello anche sognare e costruire il mio avvenire. Sarebbe bello lavorare in una grande biblioteca, leggere e catalogare finché la gente lì non si reca. Vivere in una villa Con un grande giardino, una piscina che al sole brilla di un vivace turchino. Avere tempo per me stessa Per poter disegnare, leggere tanti libri e la musica ascoltare. Talvolta fare viaggi e dell’Italia scoprire le bellezze e i paesaggi per il mio bagaglio arricchire. Sognare è costruire con mattoni colorati la mia vita e l’avvenire nei domani già arrivati. Laura Masera II E Virgilio

21 Febbraio 2013

Commenti all'articolo

  • Annalisa

    2013/03/15 - 10:10

    Forza Lucio!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000