il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


VERSO LE AMMINISTRATIVE

Nigeriano arrestato, Zagni: 'Contro l'immigrazione solo noi proponiamo ricette diverse'

L'operazione antidroga con blitz alla Casa dell'Accoglienza irrompe nella campagna elettorale

Nigeriano arrestato, Zagni: 'Contro l'immigrazione solo noi proponiamo ricette diverse'

Alessandro Zagni durante una protesta per l'arrivo dei profughi a Cremona

CREMONA - Il caso del nigeriano arrestato per droga e del blitz dei carabinieri alla Casa dell'Accoglienza irrompe nella campagna elettorale. Alessandro Zagni, candidato sindaco della Lega, ha colto l'occasione della presentazione di Cremona Libera con Zagni, la lista alleata dei lumbard, per innescare la polemica. “Proprio poche ore fa un ospite dalla Casa dell'accoglienza, arrivato in città grazie al sistema incentivato dall'amministrazione uscente, è finito in manette. Siamo gli unici a proporre sul tema dell'immigrazione una ricetta diversa, da vero centrodestra”. A quel punto Zagni ha sventolato la fotografia di una ex collega di giunta, Maria Vittoria Ceraso, che ha la delega ai Diritti di cittadinanza. “Non solo ha inaugurato la moschea ma, in segno di rispetto, si è anche messa il velo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000