il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ASSEMBLEA DEI SOCI

CremonaFiere da record

Nel 2013 i visitatori sono stati 173.175: fatturato cresciuto del 4,5%

CremonaFiere da record
CREMONA - Il 2013 è stato certamente un anno da incorniciare per l'attività di CremonaFiere; stamattina l'Assemblea dei Soci si è riunita per approvare un bilancio record, ancora più significativo se si pensa al momento estremamente difficile che sta attraversando il settore fieristico a livello nazionale e internazionale. In Italia nel 2013 diversi poli fieristici sono infatti arrivati alla redde rationem dovendo subire amministrazioni controllate o addirittura liquidazioni. E anche su scala internazionale si è assistito al forte ridimensionamento di fatturato di molti realtà del settore. 

La tendenza internazionale: specializzazione e concentrazione di attività in poli fieristici specializzati Questa situazione ha fatto emergere le Manifestazioni di CremonaFiere, che da sempre ha fatto della specializzazione e della professionalità le basi della propria attività. Eventi come Mondomusica e Cremona Pianoforte in ambito musicale; le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona per il settore agricolo e allevatoriale; BioEnergy Italy per le fonti rinnovabili di energia; e il BonTà per l'agroaliementare di alta gamma, hanno reso CremonaFiere un punto di riferimento internazionale per questi settori. 

Un'attività interamente autofinanziata che porta valore su tutto il territorio "Ci tengo a sottolineare che CremonaFiere finanzia e realizza le proprie attività interamente con le proprie risorse, non andando in alcun modo a pesare sulle casse pubbliche - ha dichiarato Antonio Piva, Presidente di CremonaFiere. Ma anzi, portiamo un grande valore sul territorio (si pensi ai 173.175 visitatori del 2013) e promuoviamo le sue peculiarità sui più importanti mercati mondiali." 

La grande impresa concretizzata all'estero: Mondomusica New York A dimostrazione del successo della strategia di CremonaFiere basata sull'internazionalizzazione, nel 2013 si è concretizzata la prima edizione di Mondomusica New York, che si è imposta come il punto di riferimento fieristico negli Stati Uniti per il la liuteria con 164 espositori da 14 Paesi e buyer da tutto il mondo. "E' stata un'impresa senza precedenti - ha sottolineato Antonio Piva - soprattutto perché realizzata interamente in proprio da CremonaFiere, senza alcuna società di appoggio in loco. Il successo è stato tale che la Manifestazione ha visto la presenza e la copertura dei più grandi media internazionali, tra cui il Wall Street Journal, il New York Times e la TV di stato giapponese NHK." 

Nuovi progetti in vista CremonaFiere ha sempre uno sguardo puntato verso l'estero, non solo per portare un sempre maggior numero di operatori stranieri a Cremona, ma anche per sfruttare il suo know-how sui principali marketplace internazionali. Si sta infatti già lavorando per il prossimo nuovo progetto da realizzare nel 2016: una Manifestazione per la promozione e lo sviluppo di business dei migliori prodotti agroalimentari nazionali sul grande mercato potenziale degli Stati Uniti.

I NUMERI DI UN'ANNATA STRAORDINARIA
  • 12 Manifestazioni fieristiche di cui 4 riconosciute ufficialmente come internazionali

  • 230 convegni e seminari

  • 1.586 espositori

  • 173.175 visitatori (52% professionali; 5.764 da 51 Paesi)

  • 115 giorni di utilizzo del quartiere fieristico

  • Valore della produzione: 5.549.475 euro (+4,15%)

  • EBITDA: 1.066.836 euro

I

30 Aprile 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000