il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


I NOSTRI SOLDI

Mutuo per la casa, che cosa sapere per richiederlo senza problemi

Per una coppia che ha appena comprato casa e si appresta a richiedere un mutuo per la casa ecco tutto quello che c’è da sapere per richiederlo

MUTUO

Abbiamo trovato la casa dei nostri sogni, la posizione è giusta e anche il costo non è troppo alto. Il passo successivo è trovare anche il mutuo perfetto, per cui può essere utile sapere come calcolare la rata del mutuo in modo da avere un’idea di quanto ci costerà.

Deve essere importante anche sapere quali sono i mutui più convenienti tra i tanti che ci vengono offerti per avere davvero un prodotto che faccia al caso nostro. Ecco allora una breve guida per avere tutte le informazioni necessarie prima di aprire il mutuo.

Per prima cosa ricordiamoci di inserire nel compromesso la clausola "Proposta vincolata all'accettazione del mutuo": così facendo, non rischieremo di perdere l’acconto che ci viene richiesto al momento della firma se dovessero sorgere problemi ad ottenere il mutuo.

Ricordiamo poi di specificare sempre con il venditore se la casa è stato acquistata oppure ricevuta in donazione. Sono tanti, infatti, gli istituti di credito che non accettano di erogare il mutuo in caso di immobile pervenuto per donazione, in quanto la donazione può essere impugnata dagli eredi legittimi sino a 10 anni dalla morte del donante.

Altre domande che ci dobbiamo fare prima di firmare un contratto sono: quanto chiedere alla banca e per quanti anni. Dobbiamo sapere che chiedere un mutuo di breve durata permette di risparmiare interessi, ma la rata mensile deve essere sempre compatibile con le nostre entrate mensili, depurate dalle spese fisse.

In genere, una qualsiasi Banca stabilisce che la rata mensile non può essere superiore a un terzo delle entrate mensili nette del richiedente. Come abbiamo suggerito all’inizio, quindi, dobbiamo calcolare la rata in diverse ipotesi di importo richiesto e durata del mutuo.

Ricordiamo inoltre che per i mutui ci sono sia i tassi fissi che quelli variabili: il primo è formato da due componenti, Euribor e spread. L'Euribor è un indice di riferimento determinato dal mercato che varia nel tempo, lo spread invece è determinato dalla banca e rappresenta il suo margine di guadagno.

Se scegliamo invece il tasso fisso, questo è formato invece dai due elementi IRS (indice di riferimento per i tassi fissi, determinato al momento della stipula e stabile per tutta la durata del mutuo) e spread. In entrambi i casi lo spread può variare significativamente da banca a banca e spesso le banche sono disponibili a riconoscere sconti particolari dedicati a determinate tipologie di mutuatari o clienti.

Se optiamo il mutuo con tasso variabile avremo una rata di importo fortemente ridotto rispetto a quella di un mutuo a tasso fisso, ma la rata di un mutuo a tasso variabile varia nel tempo a causa della variazione dell'indice Euribor cui è ancorata.

Per effettuare una consapevole, è bene cercare di capire quanto possa variare l'Euribor nel corso del piano di rimborso del mutuo e come questa variazione inciderà sull'importo della rata mensile, per valutarne la sostenibilità nel tempo. Per farlo si può richiedere una simulazione alla banca, per un periodo di otto anni, ipotizzando che il tasso aumenti del 3%.

Importante è conoscere il Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale): questo è il costo reale e complessivo del mutuo, è espresso in termini percentuali e rappresenta il vero e proprio indice percentuale sintetico di costo del mutuo. Non dobbiamo valutare la convenienza di un mutuo osservando unicamente il suo tasso di interesse offerto, cioè il Tan o tasso annuo nominale, perchè al momento della sottoscrizione e durante il rimborso del mutuo possono essere richiesti diversi altri costi che incidono sulla convenienza del finanziamento.

Infine, prima di firmare il contratto, richiediamo la copia del contratto per leggere attentamente tutte le sue clausole, chiedendo aiuto se possibile al notaio per la comprensione di alcuni termini o processi tecnici che potrebbero risultare fondamentali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Febbraio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000