il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA-BRESCIA-MANTOVA

Nuove Aler, Isacchini nominato presidente

Ecco i nomi di Regione Lombardia per le cinque associazioni raggruppate in base alla riforma

Nuove Aler, Isacchini nominato presidente

MILANO - La Giunta regionale lombarda, su proposta del presidente Roberto Maroni, ha nominato, all'unanimità, i presidenti delle 5 nuove Aler. Sono stati riconfermati tre commissari uscenti: Gian Valerio Lombardi (Milano) Emidio Isacchini (Brescia) e Mario Angelo Sala (Como); i due nuovi presidenti sono Franco Bettoni (che va a presiedere quella di Lodi e Pavia) e Luigi Mendolicchio (Bergamo, Lecco e Sondrio). Il presidente Maroni si congratula con i nuovi nominati, che sono stati scelti per le loro competenze tecniche e professionali. Di seguito i nuovi presidenti:

  • MILANO: Gian Valerio Lombardi. Già prefetto di Milano, era già stato nominato commissario dell'azienda milanese dal presidente Maroni lo scorso mese di giugno
  • BRESCIA, CREMONA E MANTOVA: Emidio Isacchini. Già commissario uscente dell'Aler di Brescia, è presidente di Federcasa
  • VARESE, COMO, BUSTO ARSIZIO, MONZA E BRIANZA: Mario Angelo Sala. Già commissario uscente straordinario dell'Aler di Como, è membro del direttivo di Federcasa Lombardia
  • BERGAMO, LECCO E SONDRIO: Luigi Mendolicchio, maresciallo aiutante della Guardia di Finanza, dove ha ricoperto diversi ruoli; ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua attività operativa
  • LODI E PAVIA: Franco Bettoni, presidente nazionale dell'Anmil (Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro) dal dicembre 2008. E' componente del consiglio di indirizzo e vigilanza dell'Inail ed è stato indicato dalla Cisl Lombardia.
I nuovi presidenti delle 5 Aler saranno ascoltati dalla Giunta regionale venerdì 27 dicembre, alle ore 11, nel corso dell'ultima seduta dell'anno dell'Esecutivo."Abbiamo mantenuto impegni, date e promesse fatte. E voglio anche far notare che si è trattato di un'altra scommessa vinta. Pochi, infatti, avrebbero creduto che, in soli 6 mesi dal nostro insediamento, saremmo riusciti a riformare la governance delle Aler e ancora meno che saremmo riusciti a nominare i nuovi vertici entro la fine dell'anno". Lo ha detto l'assessore alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli, commentando la nomina dei presidenti delle cinque nuove Aler e ricordando che sono stati convocati il 27 dicembre, in occasione dell'ultima seduta di Giunta dell'anno.  "I nuovi presidenti - ha aggiunto Bulbarelli - dovranno affrontare compiti non certo facili. A cominciare dalle lunghe pratiche per l'accorpamento delle Aler che, da 13 che erano, dovranno diventare 5 non solo sulla carta, ma anche nella realtà". L'assessore ha anche annunciato che fra 6 mesi ci sarà una verifica del loro lavoro. "Per la prima volta, infatti - ha detto -, grazie alla riforma che abbiamo approvato lo scorso mese di novembre in Consiglio regionale, potranno essere rimossi dall'incarico, nel caso in cui non fossero in grado di garantire la sostenibilità economica e finanziaria dell'azienda che abbiamo loro affidato. Questo è uno dei punti cardine della riforma, un articolo che rappresenta davvero una svolta".

 

 

23 Dicembre 2013

Commenti all'articolo

  • attilio

    2014/02/02 - 08:08

    Buon giorno! Complimenti a Isacchini, vero bresciano con grande esperienza, senso umanitario e carisma.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000