il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


DA GIOVEDI' 24 A DOMENICA 27 OTTOBRE

La Fiera del Bovino da Latte è sempre più internazionale

Oltre 850 marchi, 12 paesi e 20 delegazioni estere; grande attesa anche per Italpig, Expoacasearia e Stati Generali del Latte

La Fiera del Bovino da Latte è sempre più internazionale

La presentazione a Milano della Fiera del Bovino di Cremona

MILANO - Dodici i Paesi rappresentati e più di venti delegazioni estere dal Brasile, dal Kazakistan dall'Ucraina e non solo; inoltre 856 marchi rappresentati, 194 relatori e più di 70 incontri. Questi i numeri della sessantottesima edizione della Fiera internazionale del bovino da latte, l'appuntamento per gli operatori del settore lattiero-caseario e della suinicoltura che si terrà dal 24 al 27 ottobre alla Fiera di Cremona, con un'area espositiva più ampia del 7,5% dell'anno precedente.

A questa manifestazione sono collegati anche gli eventi Italpig-Rassegna suinicola di Cremona, Expocasearia; inoltre nella stessa cornice si terranno quest'anno gli Stati generali del Latte, il primo Forum di genetica suina, l'assemblea straordinaria dei suinicoltori italiani, e l'International poultry forum sul settore avicolo.

Il programma degli incontri tratterà temi attuali dell'agricoltura e dell'allevamento, come il prezzo del latte. «L'obiettivo politico di chi la fiera l'ha sostenuta, come la Regione Lombardia, è arrivare a definire dei criteri e delle modalità che ci facciano uscire dalla sistematica emergenza che ruota attorno alla valorizzazione del prodotto e che ci permetta di riuscire a trovare delle modalità che diano un'adeguata remunerazione ai produttori di latte e contestualmente quel minimo di serenità che serve per pensare di andare avanti con una prospettiva di modio-lungo periodo», ha detto a margine della presentazione a Palazzo Pirelli Gianni Fava, assessore regionale della Lombardia all'Agricoltura.

Inoltre, nella stessa occasione, il presidente di Cremona Fiere, Antonio Piva, ha affermato: «Abbiamo 79 convegni con circa 200 relatori, questo posiziona la Fiera internazionale del bovino come la manifestazione più importante a livello internazionale» di questo tipo. Piva ha anche sottolineato che quest'anno in particolare sarà trattato il settore suinicolo, «uno dei settori più in crisi della zootecnia italiana, e affronteremo tutti i problemi legati ai mercati della suinicoltura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

24 Ottobre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000